Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: 2 soci (giovani imp.) INPS?

  1. #1
    Lucaa è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    7

    Question 2 soci (giovani imp.) INPS?

    Buon giorno e grazie dello spazio innanzi a tutto.
    Mio figlio ed un suo amico per "vincere la crisi" vogliono aprire una Ditta commerciale (SRL) per commerciare principalmente online spedendo anche dei pacchetti con la Posta. Usufruiranno di un piccolo contributo che la nostra provincia ha messo in atto.
    Saranno soci al 49 e 51 % rispettivamente. Siccome uno di loro ha trovato un piccolo lavoro part-time ed a tempo DETERMINATO, a quanto pare solo l'altro (per ora disoccupato) all'apertura della partita IVA dovrà pagare l'INPS.
    Cosa significa esattamente? Voglio dire, è corretto che dall'utile (speriamo bene) ripartito solo uno si debba "accollare" questa che alla fine è una spesa? Oppure anche l'altro socio (quello momentaneamente occupato) deve contribuire?

    Un ultima cosa: non avendo una sede fisica a parte quella legale che vorrebbero dal commercialista stesso, possono tranquillamente tenere "i libri" (fatture...registri) a casa? Eventuali controlli da parte della finanza, come si gestiscono? Si indirizza tutto presso la sede legale? Hanno diritto i finanzieri di entrare nelle case private in questo caso?
    E poi non avendo magazzino, ma dovendo solo rimarchiare (un timbro per lo più) la merce venduta, è escluso si tratti di "lavorazione merce"? Voglio dire è inteso che non hanno magazzino: rimane possibile questo?
    (Anche senza magazzino possono farsi spedire la merce -piccole cose- agli indirizzi privati?)

    Mi scuso per le tante domande, ma non è facile ottenere risposte ed anche alcuni commercialisti non sono precisi e lasciano un po' fare. Sono tempi duri ed i ragazzi ci provano: un Vostro piccolo aiuto potrebbe essere determinante.
    Grazie, grazie davvero.

    L.
    Ultima modifica di Lucaa; 20-01-14 alle 11:09 AM Motivo: precisazione SRL

  2. #2
    Bartolo è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    513

    Predefinito

    Mio figlio ed un suo amico per "vincere la crisi" vogliono aprire una Ditta commerciale (SRL) per commerciare principalmente online spedendo anche dei pacchetti con la Posta. Usufruiranno di un piccolo contributo che la nostra provincia ha messo in atto.
    Saranno soci al 49 e 51 % rispettivamente. Siccome uno di loro ha trovato un piccolo lavoro part-time ed a tempo DETERMINATO, a quanto pare solo l'altro (per ora disoccupato) all'apertura della partita IVA dovrà pagare l'INPS.
    Cosa significa esattamente? Voglio dire, è corretto che dall'utile (speriamo bene) ripartito solo uno si debba "accollare" questa che alla fine è una spesa? Oppure anche l'altro socio (quello momentaneamente occupato) deve contribuire?

    In merito è soggetto alla contribuzione INPS colui che apporta il proprio lavoro come attività prevalente. Pertanto, si avrà un socio a contribuzione l'altro solo come socio di capitale.

  3. #3
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    Per l'inps, solo il socio che lavora dovrà versare l'inps commercianti. E' una spesa è vero ma così facendo si crea una sua pensione. L'altro socio non è obbligato perché è già soggetto ad una contribuzione inps come dipendente. I contributi che il primo versa inoltre sono deducibili dal reddito, per cui pagherà meno tasse sugli utili (qui la questione si complica) e quindi in parte i contributi da versare si alleggeriscono.

    Per la sede, dal commercialista ci sarà la sede legale, ma se i libri e le fatture sono in una sede diversa questa verrà comunicata all'Agenzia e il rischio di vedere la Guardia di Finanza anche a casa propria c'è.
    E' possibile che un'attività commerciale non abbia magazzino, sì. Ci sono casi in cui il venditore ordina al suo fornitore di spedire la merce direttamente al cliente finale con il suo timbro, in questo caso il magazzino non serve.
    Tuo figlio avrà un piccolo magazzino anche a casa (come dicevo prima il commercialista dovrà comunicare pure questo luogo).

    Perché anzichè l'srl non hanno pensato a due p.iva con regime dei minimi? Non ne avevano i requisiti? Non sarebbero stati finanziati? Avreste avuto meno costi di apertura.
    Il contributo solitamente viene dato per investimenti da fare, non hanno costi per la loro struttura?

    Per il discorso del commercialista, ce ne sono tanti, alcuni saranno meno precisi, però tutti dovrebbero darti risposte, altrimenti continua a cercare.

  4. #4
    Lucaa è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bartolo Visualizza Messaggio
    In merito è soggetto alla contribuzione INPS colui che apporta il proprio lavoro come attività prevalente. Pertanto, si avrà un socio a contribuzione l'altro solo come socio di capitale.
    Chiaro. Vuol dire in parole povere che questa è "la formula ufficiale" con cui la società andrà iscritta, giusto?
    Anche se poi "l'apporto", "il lavoro" messo per la società, materialmente, verrà fatto da entrambi alla stessa maniera: corretto anche questo?
    Ultima cosa, è "indifferente" chi dei due ha la maggioranza? (Il socio come "socio di capitale" ha la maggioranza, anche se solo del 51%)

    Gentilissimo, grazie.

  5. #5
    Lucaa è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Ringrazio molto del tempo e della competenza che mi dedica e di seguito replico.


    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    Per l'inps, solo il socio che lavora dovrà versare l'inps commercianti. E' una spesa è vero ma così facendo si crea una sua pensione. L'altro socio non è obbligato perché è già soggetto ad una contribuzione inps come dipendente. I contributi che il primo versa inoltre sono deducibili dal reddito, per cui pagherà meno tasse sugli utili (qui la questione si complica) e quindi in parte i contributi da versare si alleggeriscono.
    Significa che il contribuente INPS della Ditta quando va' a prelevare degli utili è "autorizzato" a prendere una parte maggiore di danaro al di fuori della quota societaria? Oppure è un calcolo "automatico" che avviene solo durante la dichiarazione dei redditi e che il Commercialista comunicherà a tempo addebito? (Nel frattempo se devono prelevare qualcosa rimangono in funzione le quote societarie...)


    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    Per la sede, dal commercialista ci sarà la sede legale, ma se i libri e le fatture sono in una sede diversa questa verrà comunicata all'Agenzia e il rischio di vedere la Guardia di Finanza anche a casa propria c'è.
    E' possibile che un'attività commerciale non abbia magazzino, sì. Ci sono casi in cui il venditore ordina al suo fornitore di spedire la merce direttamente al cliente finale con il suo timbro, in questo caso il magazzino non serve.
    Tuo figlio avrà un piccolo magazzino anche a casa (come dicevo prima il commercialista dovrà comunicare pure questo luogo.
    Quindi ipotizzando di NON volere la GdF a casa, quando arrivano le fatture di acquisto e quando si fanno quelle di vendita, bisogna portare tutto (e segnare la vendita con fattura di conseguenza) immediatamente presso la sede legale registrata dal Commercialista? Oppure esiste un lasso di tempo utile?


    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    Perché anzichè l'srl non hanno pensato a due p.iva con regime dei minimi? Non ne avevano i requisiti? Non sarebbero stati finanziati? Avreste avuto meno costi di apertura.
    Il contributo solitamente viene dato per investimenti da fare, non hanno costi per la loro struttura?
    Il finanziamento prevede l'apertura di una Ditta come giovani imprenditori o individuale (ma uno da solo non lo voleva fare) oppure in forma societaria: una partita IVA. Il contributo è a fondo perduto. (50%) Una tantum. Primo anno.

    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    Per il discorso del commercialista, ce ne sono tanti, alcuni saranno meno precisi, però tutti dovrebbero darti risposte, altrimenti continua a cercare.
    E' vero, ma solitamente 2 ragazzi che si avvicinano al mondo del lavoro in questi termini, purtroppo sono un po' "allo sbaraglio" anche se hanno credo delle buone intenzioni ed una certa bravura. Per questo in pochi attimi e grazie a Voi, io penso che il sostegno è davvero di una caratura non indifferente.

    Grazie ancora.


    L.
    Ultima modifica di Lucaa; 20-01-14 alle 01:04 PM Motivo: Precisazioni sostegno finanziario.

  6. #6
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lucaa Visualizza Messaggio
    Significa che il contribuente INPS della Ditta quando va' a prelevare degli utili è "autorizzato" a prendere una parte maggiore di danaro al di fuori della quota societaria? Oppure è un calcolo "automatico" che avviene solo durante la dichiarazione dei redditi e che il Commercialista comunicherà a tempo addebito? (Nel frattempo se devono prelevare qualcosa rimangono in funzione le quote societarie...)
    No, non possono prelevare utili in proporzioni diverse da quelle stabilite nell'atto costitutivo. Il conteggio lo farà il commercialista sì. Per prelevare utili devono redigere un verbale assemblea e attendere la chiusura del primo bilancio (questo è uno degli svantaggi dell'srl, gli utili non si toccano se non con specifico verbale assemblea di distribuzione).



    Citazione Originariamente Scritto da Lucaa Visualizza Messaggio
    Quindi ipotizzando di NON volere la GdF a casa, quando arrivano le fatture di acquisto e quando si fanno quelle di vendita, bisogna portare tutto (e segnare la vendita con fattura di conseguenza) immediatamente presso la sede legale registrata dal Commercialista? Oppure esiste un lasso di tempo utile?
    Salvo eccezioni in presenza di reati, solitamente la GdF dà sempre qualche giorno. Però la possibilità di accesso al domicilio c'è sempre.

    Citazione Originariamente Scritto da Lucaa Visualizza Messaggio
    Il finanziamento prevede l'apertura di una Ditta come giovani imprenditori o individuale (ma uno da solo non lo voleva fare) oppure in forma societaria: una partita IVA. Il contributo è a fondo perduto. (50%) Una tantum. Primo anno.
    Se sono giovani e sono un po' "allo sbaraglio" è il caso di consigliarli prima di farli agire. La legge non ammette ignoranza e in tema fiscale può essere molto "cattiva". Io vi sconsiglio la srl in questo caso, per tante ragioni.

  7. #7
    Lucaa è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Mi scusi il fare schematico:

    A) Quando si possono fare o quanti bilanci e conseguenti verbali ed assemblee si possono fare in un anno? (Se questo è "il vincolo" per poter prelevare utili che come ho ben capito comunque si dividono in base alle quote...)

    B) Se non vengono menzionate altre sedi che quella Legale e nessun magazzino, comunque la GdF può accedere nei locali privati dei soci? (In attività ovviamente normale, senza presenza di reati eccetera...)

    C) L'alternativa alla SRL per due soggetti (una p.IVA) qual'è esattamente che ci informiamo poi bene?


    Un saluto ancora.

  8. #8
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    a) per l'anno 2014 i primi dividendi potreste incassarli solo dopo il 31.12, il quando dipende dal verbale di approvazione del bilancio (entro 120 gg dalla chiusura dell'esercizio). Potreste anticipare qualcosa ai soci come compenso amministratore, ma questo vi comporta maggiori oneri (a parte la gestione delle paghe, pure per oneri inps sul compenso), o come rimborso km (ma per l'attività che svolgeranno mi pare dura dimostrare l'inerenza se tutto viene fatto online);

    b) no, solo nei luoghi dove è dichiarato lo svolgimento dell'attività e la tenuta dei registri. se però ha il dubbio che l'attività venga svolta anche presso le abitazioni, sì.

    c) le alternative sono tante, dipende dagli investimenti previsti e dalle previsioni di andamento del mercato. però ritengo che data la giovane età dei soci l'ideale è sfruttare il regime fiscale dei minimi.

  9. #9
    Lucaa è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Grazie ancora delle precisazioni.
    Termino con il "punto C" dicendo, se posso ancora disturbare, che l'investimento in termini di danaro sarà poco e circa 5000 euro in totale; "regime fiscale dei minimi", è di questo che andremmo a chiedere? (Da quanto ne capisco si può praticare appunto da 2 soggetti con una p.Iva, giusto?)

    L.


    P.S. Ho risposto in pvt
    Ultima modifica di Lucaa; 21-01-14 alle 10:10 AM Motivo: Notifica msg pvt

  10. #10
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    per il regime dei minimi gli investimenti non devono superare i 15mila euro, mentre il fatturato annuo non deve superare i 30mila euro.
    Per questo dovreste valutare la bontà del business scelto.

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Contributi inps.(donne e giovani).. Ma quando vengono erogati?????
    Di conslavoro nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 28-08-13, 11:27 AM
  2. Agevolazione INPS assunzione donne e giovani-trattamento fiscale
    Di ergo3 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-06-13, 02:40 PM
  3. Banca dati giovani genitori (INPS)
    Di gianmazza nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 06-06-12, 01:26 PM
  4. Inps soci srl
    Di Joel nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-04-12, 05:33 PM
  5. Inps Soci di Srl
    Di shailendra nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-06-10, 04:35 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15