Risultati da 1 a 7 di 7
Like Tree1Likes
  • 1 Post By SMART SOLUTIONS

Discussione: Confusione sul lavoro per Prestazione occasionale

  1. #1
    gaerec è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    13

    Predefinito Confusione sul lavoro per Prestazione occasionale

    Salve, ho letto molto qua e là eppure non sono riuscito a capire bene se la mia situazione è legale lavorando con la collaborazione occasionale di lavoro autonomo.
    Prendo 6250 euro dalla Ditta A, lavorando quattro settimane in un anno (netto 5000);
    poi prendo 2400 dalla Ditta B, lavorando venti giorni nel mese di agosto (netto 1920).
    E' lecito lavorare rilasciando ricevute con ritenuta d'acconto 20%?
    So che devo pagare i contributi INPS della Gestione Separata, a cui sono già iscritto,
    per 5000+1920-5000 = 1920 euro.
    E' giusto?
    Grazie se qualcuno vorrà gettare un po' di luce in questo cielo a scala di grigi.

  2. #2
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    Se il lavoro è occasionale sì.

    Per l'inps. Devi comunicare ai tuoi committenti appena superi i 5mila lordi (quindi al superamento di 4mila netti)
    Dai 5mila in su il committente calcolerà anche i contributi previdenziali, di cui un terzo è a tuo carico (che pertanto ti tratterrà dal compenso).
    Nel tuo caso i contributi inps andavano calcolati sulla parte eccedente i primi 5mila, quindi su 3650 (6250+2400-5000).

  3. #3
    gaerec è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    13

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    Se il lavoro è occasionale sì.

    Per l'inps. Devi comunicare ai tuoi committenti appena superi i 5mila lordi (quindi al superamento di 4mila netti)
    Dai 5mila in su il committente calcolerà anche i contributi previdenziali, di cui un terzo è a tuo carico (che pertanto ti tratterrà dal compenso).
    Nel tuo caso i contributi inps andavano calcolati sulla parte eccedente i primi 5mila, quindi su 3650 (6250+2400-5000).
    Per cui è' giusto dire che 6250 lordi è il massimo importo con uno stesso committente, e che si devono pagare i contributi su 1250, 1/3 il lavoratore e 2/3 la ditta?

  4. #4
    bepizomon è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,356

    Predefinito

    No. Non c'è un massimo per uno stesso committente, il parametro è l'occasionalità del lavoro. Può valere molto di più ma purché non sia abituale.
    Il limite di 5MILA lordi (cioè al lordo della ritenuta) è la soglia sotto la quale non è dovuta la contribuzione inps.

  5. #5
    gaerec è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    13

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    No. Non c'è un massimo per uno stesso committente, il parametro è l'occasionalità del lavoro. Può valere molto di più ma purché non sia abituale.
    Il limite di 5MILA lordi (cioè al lordo della ritenuta) è la soglia sotto la quale non è dovuta la contribuzione inps.
    Sempre in questo sito ho trovato questa sintetica esposizione del tema

    http://forum.commercialistatelematic...casionale.html

    Mettendo tutto insieme, mi resta un dubbio:

    i 5000 euro dell'articolo 61, c. 2, D.Lgs. N. 276/2003 di cui si parla nell'articolo,
    e i 5000 euro dell'art.2222, sono netti o lordi? Ossia, il limite è 5000 netti
    e quindi 6250 lordi, oppure 4000 netti e 5000 lordi?
    Qua e là sulla rete ho trovato informazioni che mi sembrano discordanti, perchè ho
    trovato ora l'una ora l'altra. In questo forum mi sembra abbastanza chiaro
    che il limite sia 4000 netti e 5000 lordi.

    Mi viene da fare una considerazione: certo che è difficile trovare lavoro
    ma in Italia è anche difficile lavorare.

  6. #6
    eli85 è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    128

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    No. Non c'è un massimo per uno stesso committente, il parametro è l'occasionalità del lavoro. Può valere molto di più ma purché non sia abituale.
    Il limite di 5MILA lordi (cioè al lordo della ritenuta) è la soglia sotto la quale non è dovuta la contribuzione inps.
    vi consiglio di consultare la circolare inps n. 176 del 18.12.2013 che riprende la circolare 49 sempre del 2013, la quale ha introdotto limiti per l'emissione di p.o. verso lo stesso committente.

  7. #7
    SMART SOLUTIONS è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    335

    Predefinito

    State facendo confusione con il lavoro accessorio.
    Sono due cose diverse.
    bepizomon likes this.

Discussioni Simili

  1. Lavoro e/o prestazione occasionale
    Di cgmtech nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-11-12, 12:01 PM
  2. Prestazione occasionale con lavoro
    Di flymaster nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 29-09-10, 12:12 PM
  3. Lavoro dipendente + prestazione occasionale
    Di ignaro nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-07-10, 09:22 AM
  4. Prestazione di Lavoro Occasionale
    Di anonimo.incognito nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 04-11-09, 12:42 PM
  5. prestazione lavoro autonomo occasionale
    Di mercury nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-05-08, 08:17 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15