L'INPS ha notificato verbale unico di accertamento e notificazione, contestando che una società avrebbe omesso di pagare i contributi sull'indennità sostitutiva del preavviso.
In sostanza l'INPS contesta il fatto che, a seguito di una serie di licenziamenti, siano stati firmati accordi transattivi in cui le parti rinunciano entrambe a preavviso e indennità e i lavoratori rinuniciano a impugnare il licenziamento a fronte di un incentivo.
Nel verbale si dice quindi che l'INPS "procede al recupero della contribuzione" omessa sul preavviso, quantificando i contributi e le sanzioni (quantificate per "evasione").
A mio avviso la pretesa dell'INPS è infondata: così come le parti possono sciogliere consensualmente il rapporto senza preavviso (e relativi contributi!) non vedo perché non vi possano successivamente rinunciare.
So che l'INPS non è nuovo a queste contestazioni, ma non trovo decisioni specifiche sul punto contributi in casi di tal genere. Avete dei precedenti da segnalarmi?