Buongiorno a tutti,
Di seguito il caso per cui chiedo un Vostro parere e/o consiglio:
Da quasi sette anni collaboro con un'azienda nella vendita di prodotti per packaging e take away specifici per la ristorazione, ho solo un accordo verbale, niente di scritto, ma non si tratta di prestazione occasionale in quanto l'azienda mi ha assegnato una zona ben precisa da seguire, mi ha segnalato clienti presentandomi come loro agente e io a mia volta ho incrementato la clientela facendo molti ordini e provvedendo anche agli incassi personalmente.
L'azienda in questi anni mi ha sempre inviato gli estratti conti con le provvigioni maturate nella mia zona e io ho sempre emesso fatture nei primi tempi con dicitura "segnalazione occasionale", in seguito con "provvigioni maturate nel trimestre", in alcuni mesi ho emesso fatture di "acconto sulle provvigioni del trimestre".. In ogni caso per tutte queste fatture ho solo detratto la ritenuta d'acconto che l'azienda mi ha sempre versato, non ho mai detratto l'enasarco in quanto non mi hanno iscritto.
Visto che ora l'azienda non vuole più la mia collaborazione e mi ha addirittura inviato una raccomandata per comunicarmelo, senza naturalmente riconoscermi alcun indennizzo, Vi chiedo:
Ci sono i presupposti per fare una diffida e un'azione legale?
Se faccio la segnalazione all'enasarco, può l'enasarco stesso rivalersi su di me per le aliquote che non ho stornato dalle mie fatture nel corso degli anni?
Vi ringrazio anticipatamente per i vostri pareri e consigli