Salve, vorrei avere un parere riguardo una situazione incresciosa.
Nel 2001 mi fu riconosciuto un superminimo ad personam così motivato:

Le comunico che, a seguito dell’incremento dei carichi di lavoro dovuti alla attività di collaborazione con il ...(ENTE A NOI COLLEGATO CONTRATTUALMENTE e che non aveva dipendenti), a far data dal 1° giugno 2001 Le viene riconosciuto un superminimo ad personam dell’importo di L. 200.000 (duecentomila) al netto delle ritenute fiscali e previdenziali applicate per legge e che tale importo non sarà assorbito da eventuali successivi aumenti di merito o di qualifica.

A gennaio 2008 veniva assunto il primo ed a tutt'oggi unico dipendente.

Nel febbraio 2008 mi veniva riconosciuta l'indennità speciale per il personale non soggetto a limitazioni di orario SENZA che mi venisse tolto il suddetto superminimo, che ho continuato a percepire fino al febbraio 2014, anche perché nel frattempo le situazioni lavorative si sono moltiplicate sia qualitativamente che quantitativamente.

A marzo mi è stato revocato con la motivazione che non prestavo alcuna mansione per l'ENTE COLLEGATO.

Potrebbe gentilmente dare un parere sulla questione?

Tenga presente che mi sono rivolta ad un legale che ha interrotto i termini e che mi ha dato ragione.