Buongiorno a tutti, vi espongo la mia situazione:
sono un lavoratore dipendente (azienda privata) e mia moglie è (era!) precaria a scuola ma sono oltre 4 anni anni che non viene chiamata nemmeno per una supplenza breve e quindi viene considerata disoccupata.

Abbiamo adottato un bimbo che è con noi dal 23/05/2014 e pertanto:
- sto usufruendo di due ore al giorno di "allattamento"
- percepisco gli assegni familiari per coniuge e figlio a carico
- percepisco le detrazioni di imposta sempre per coniuge e figlio a carico

Molto probabilmente ora mia moglie verrà chiamata per delle supplenze (forse per un incarico annuale su uno spezzone di cattedra) e quindi se così dovesse essere lei usufruirà dell'astensione obbligatoria fino al 23/10/2014 e poi di quella facoltativa fino al 23/04/2015.

Ho bisogno di sapere come devo procedere. Io farei così:

- dovrò rinunciare alle due ore al giorno di allattamento (ma è sufficiente che non ne usufruisca oppure devo fare qualche segnalazione all'Inps e/o datore di lavoro?)

- la domanda degli assegni familiari che ho fatto vanno dal 01/07/2014 al 30/06/2015 con riferimento al reddito percepito nel 2013, quindi continuerò a percepirli ma l'anno prossimo, quando rinnoverò la domanda, dovrò includere anche il reddito di mia moglie del 2014

- comunicherò subito al datore di lavoro che mia moglie non è più a mio carico perché ha un reddito e quindi percepirò solo le detrazioni di imposta per figlio a carico

Secondo voi è corretto procedere così?

Grazie infinite a tutti coloro che daranno il proprio contributo.
Buona giornata.