Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: partita iva inattiva e contributi inps non versati - caso particolare

  1. #1
    Rossella Brigid Bravi è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    3

    Predefinito partita iva inattiva e contributi inps non versati - caso particolare

    salve,
    un mio amico ha una impresa individuale da artigiano, inattiva da almeno un paio di anni poichè è stato arrestato, processato e sta attualmente scontando la pena detentiva in carcere. Gli è stato inviato dall'INPS l'avviso di pagamento dei contributi degli ultimi 2 anni, anni appunto di inattività a causa della detenzione. La sua situazione familiare è inadeguata e impossibilitata nel pagamento di tali contributi al posto suo, lui risulta come un senza fissa dimora, non possiede più la residenza dove aveva anche la dittà e non ha neanche denari risparmiati. un caso disperato insomma. Mi stavo chiedendo in un caso disperato così, in cui lui stesso è impossibilitato a muoversi per causa di forza maggiore (la detenzione) quale sia la soluzione migliore per rimettersi in regola o se ci sono esenzioni in casi eccezionali come questi, prescrizioni o cose del genere...
    grazie spero che mi saprete aiutare

  2. #2
    Liuis è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    232

    Predefinito

    Bhe secondo il mio parere escludento la situazione c'e' un documento che certifica la sospenzione o cessazione della sua azienda, la comunicazione di inattività della partita IVA. Con una semplice mail puoi richiedere l'annullamento in quanto al momento della sospensione della P.Iva non sono state fatte le dovute comunicazioni anche agli altri enti.
    Attenzione se cessi o sospendi ora per allora la P.Iva l'inps non accetta tale formula. E' capitato ad un amico.

  3. #3
    Rossella Brigid Bravi è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Liuis Visualizza Messaggio
    Bhe secondo il mio parere escludento la situazione c'e' un documento che certifica la sospenzione o cessazione della sua azienda, la comunicazione di inattività della partita IVA. Con una semplice mail puoi richiedere l'annullamento in quanto al momento della sospensione della P.Iva non sono state fatte le dovute comunicazioni anche agli altri enti.
    Attenzione se cessi o sospendi ora per allora la P.Iva l'inps non accetta tale formula. E' capitato ad un amico.
    Io non so se ha fatto la comunicazione di inattività della partita iva all'epoca dell'arresto e della custodia cautelare.
    Non dovrebbe averci pensato il commercialista che lo seguiva? o l'avvocato? oppure doveva essere lui di suo pugno a mandare tale comunicazione?
    Quindi se questa comunicazione non è arrivata all'inps, questa non accetterà adesso una comunicazione accompagnata dal certificato di detenzione che attesta l'inattività e quindi l'impossibilità a guadagnare e versare i dovuti contributi?
    il tuo amico sai mica come ha risolto tale magagna?

  4. #4
    Liuis è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    232

    Predefinito

    Facciamo chiarezza
    Io cesso la p-iva il 31/12/2010 (nei termini) ma non comunico all'inps la cessazione e l'inps mi chiede per gli anni successivi i contributi allora posso chiedere l'annullamento.
    io cesso l'attivita' il 31/12/2010 ma non faccio nessuna comunicazione l'inps mi chiedere i contributi per gli anni successivi faccio la cessazione ora per all'ora (esempio il 31/12/2014 chiudo la p.iva al 31/12/2010) l'inps non ti annulla i contributi.
    Credo che essendo questo un caso particolare potresti avere l'annullamento in quanto è chiaro che non vi è continuità.
    Potresti dimostrarlo con i registri ivi e fattura copie movimenti bancari ecc...ecc... oltre che a una dichirazione con una certificazione del tribunale o la sentenza di condanna.
    Fai una prova.

  5. #5
    Rossella Brigid Bravi è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Ti ringrazio infinitamente Liuis per le delucidazioni.
    Riferirò quanto mi hai detto e speriamo in un atto di clemenza.
    Grazie

    Citazione Originariamente Scritto da Liuis Visualizza Messaggio
    Facciamo chiarezza
    Io cesso la p-iva il 31/12/2010 (nei termini) ma non comunico all'inps la cessazione e l'inps mi chiede per gli anni successivi i contributi allora posso chiedere l'annullamento.
    io cesso l'attivita' il 31/12/2010 ma non faccio nessuna comunicazione l'inps mi chiedere i contributi per gli anni successivi faccio la cessazione ora per all'ora (esempio il 31/12/2014 chiudo la p.iva al 31/12/2010) l'inps non ti annulla i contributi.
    Credo che essendo questo un caso particolare potresti avere l'annullamento in quanto è chiaro che non vi è continuità.
    Potresti dimostrarlo con i registri ivi e fattura copie movimenti bancari ecc...ecc... oltre che a una dichirazione con una certificazione del tribunale o la sentenza di condanna.
    Fai una prova.

  6. #6
    s.antonelli è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    797

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Liuis Visualizza Messaggio
    Facciamo chiarezza
    Io cesso la p-iva il 31/12/2010 (nei termini) ma non comunico all'inps la cessazione e l'inps mi chiede per gli anni successivi i contributi allora posso chiedere l'annullamento.
    io cesso l'attivita' il 31/12/2010 ma non faccio nessuna comunicazione l'inps mi chiedere i contributi per gli anni successivi faccio la cessazione ora per all'ora (esempio il 31/12/2014 chiudo la p.iva al 31/12/2010) l'inps non ti annulla i contributi.
    Credo che essendo questo un caso particolare potresti avere l'annullamento in quanto è chiaro che non vi è continuità.
    Potresti dimostrarlo con i registri ivi e fattura copie movimenti bancari ecc...ecc... oltre che a una dichirazione con una certificazione del tribunale o la sentenza di condanna.
    Fai una prova.
    A me è capitato di comunicare tardivamente (di circa due anni) la situazione di inattività di una sas e l'inps mi ha sgravato senza problemi i contributi inps.
    Ovviamente arriva la sanzione per la tardività dalla cciaa.

  7. #7
    Liuis è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    232

    Predefinito

    Io le cancellazioni non le faccio ne le iscrizioni di solito mi capita solo a titolo di amicizia. Ma per una tardiva comunicazione l'inps mi aveva diniegato la cancellazione. Successivamente passai tutto al legale del cliente. Comunque ritengo giusta la comunicazione tardiva e l'annullamento dei contributi in quanto non vi è attività e non vi è obbligo contributivo. Comunque in ogni sede inps ognuno se la canta e suona a modo suo.

Discussioni Simili

  1. INPS contributi versati non accreditati
    Di Misuscima nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-07-13, 07:30 AM
  2. contributi inps versati in più
    Di cassiopèa nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-10-12, 09:14 AM
  3. Inps online e contributi versati
    Di Ramones nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-05-12, 11:30 PM
  4. Contributi Inps badante mai versati. Come fare?
    Di Santiago82 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-12-11, 04:23 PM
  5. Contributi INPS non versati
    Di enj0ythesilence nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 13-12-08, 08:43 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15