Sappiamo che non è più possibile stipulare contratti di associazione in partecipazione con apporto di lavoro (per persone fisiche), ma che restano in vita fino a scadenza i contratti stipulati precedentemente al cambiamento.
Ci sono, per come la vedo io, tre tipi di scadenza:
Contratti a scadenza specifica (es: scade 31.12.2015)
Contratti senza scadenza (es: non viene nominata una scadenza, e si prevede un preavviso per la disdetta delle parti)
Contratti a rinnovo automatico (es: il contratto ha durata di anni 1 dalla data di stipula e si considererà rinnovato tacitamente di anno in anno se non interviene una disdetta entro il termine previsto).

I contratti di primo tipo sono sicuramente colpiti dalla novità: cessano e non possono essere rinnovati/ristipulati.
I contratti di secondo tipo dovrebbero in teoria sopravvivere alla mannaia delle novità legislative.
I contratti del terzo tipo possono continuare ad esistere o cessano definitivamente alla prima scadenza utile dopo l'entrata in vigore della nuova legge?

E se la legge entrasse in vigore prima della scadenza di un contratto, ma dopo che è spirato il termine per inviare la disdetta per un nuovo anno (e in questo caso si dovrebbe considerare automaticamente rinnovato)?