Salve,
sono un consulente del lavoro che svolge la propria attività in forma individuale, con dei dipendenti assunti. Da gennaio 2016 vorrei formare un ced con natura giuridica di società in accomandita semplice con contestuale cessione ad esso di tutto il mio pacchetto clienti, mentre per il personale dipendente nulla cambierebbe. Io sarei il socio accomandatario ed un’altra persona il socio accomandante che non svolgerebbe la propria attività all’interno del ced. Io come consulente del lavoro abilitato allo svolgimento della professione, continuerei a svolgere tutti gli adempimenti come ho sempre fatto, con l’ausilio dei miei dipendenti ed emetterei parcella nei confronti del ced per la prestazione professionale resa. Il Ced dal suo canto emetterebbe fattura nei confronti dei clienti. Pertanto a livello contributo io continuerei a versare all’Enpacl in base al fatturato. Ora il mio quesito è il seguente: secondo voi è strutturata bene l’attività in questo modo ed in caso affermativo devo procedere anche all’iscrizione alla gestione commercianti Inps, di ambedue i soci?
Grazie