Buongiorno a tutti!
Sono un nuovo utente, spero di aver postato nella sezione adatta. Ho cercato nel forum i post inerenti ai miei dubbi ma non ho trovato nulla di specifico per il mio caso.

Il caso riguarda una donna di 38 anni, attualmente disoccupata in mobilità, che vorrebbe aprire un locale in cui sarebbero presenti giochi di intrattenimento gonfiabili per bambini, spazi a noleggio dedicati ai compleanni con animazione e, occasionalmente, corsi di formazione per genitori e bambini, laboratori attività per bambini, tornei sportivi tipo calcetto o calcio balilla umano e altre attività di intrattenimento.
Nell'attività sarà presente sempre la titolare e il marito che interverrà solo per qualche ora alla settimana in caso di sostituzione della titolare (un'ora al giorno per tre giorni a settimana)

- Secondo voi, quale è la forma giuridica più corretta per questo tipo di attività?
- Considerando che la titolare è in mobilità, ci sono delle agevolazioni per l'apertura e la gestione dell'attività?
- La situazione può rientrare nel regime forfettario dei minimi? (La titolare non ha mai avuto attività negli anni precedenti.
- Quanto pagherà di contributi INPS?

Ho notato che esistono attività di questo genere gestite da associazioni sportive o culturali, secondo voi è regolare avviare un'attività di questo tipo come associazione senza scopo di lucro?

Ringrazio in anticipo chi avrà la pazienza di rispondermi!