Buongiorno,

Vorrei un suggerimento...
Mi occupo di gestione di reti di vendita indirette e mi sono da sempre relazionato con professionisti associati in agenzia di rappresentanza piuttosto che procacciatori d'affari. Con questi soggetti è sempre stato facile trovare soluzioni per incentivare la vendita (aumento della parte fissa della retribuzione...premi al raggiungimento di determinate soglie...etc etc).
Di recente però i miei partner hanno cominciato a rendere "fisica" la presenza sul territorio con dei veri e propri punti vendita all'interno dei quali vengono messi dei collaboratori assunti con i contratti più disparati (apprendistato, tempo indeterminato, determinato etc).
Vado al dunque...l'attività dei dipendenti è prettamente commerciale ed ovviamente ricevo riscontri positivi in termini di volumi di vendita dai negozi in cui gli operatori ricevono un "premio" o una vera e propria provvigione mensile (che si somma al fisso base molto basso)...il problema è che questa provvigione è spesso liquidata "fuori busta" (non aggiungo altro) e questo a me non piace affatto.
Che inquadramento potrei suggerire per:
- mantenere una retribuzione fissa + variabile
- avere un costo del lavoro per l'imprenditore sostenibile
- evitare ai partner problemi con i sindacati

Soluzioni ce ne sono parecchie...ma qual'è secondo voi la migliore?