Buongiorno,
ho lavorato per 14 mesi in una azienda di Torino (azienda A) con contratto a tempo determinato. Ora, dato che ho trovato un nuovo lavoro con contratto a tempo indeterminato ho deciso di cambiare azienda (azienda B) e in parallelo vorrei aprire una partita IVA come consulente informatico perchè mi capita spesso di ricevere richieste di consulenza in questo campo.
In questi giorni però l'azienda A mi ha proposto di completare alcuni lavori che facevo mentre lavoravo con loro perchè non trovano un'altra persona al mio posto. La mia domanda è: se accettassi, rischierei di non poter più accedere ai regimi minimi della partita IVA perchè potrebbe essere inteso come continuazione di una lavoro precedente e quindi "mera prosecuzione"?
Vorrei sottolineare che mi sono licenziato dall'azienda A per avere un contratto migliore ed uno stipendio più alto.

Grazie mille dell'attenzione
Daniele