Buon giorno
sono il titolare di una piccola srl industria che solo da pochi giorni ha visto respinte le proprie domande di cigo presentate nei mesi di novembre (2 settimane) e dicembre 2016 (prime due settimane) e di conseguenza presume lo saranno anche quelle presentate per i mesi di gennaio e febbraio 2017.
la motivazione per il respingimento e' valida (ciclicita') e non la discuto (quindi non faro' ricorso)
tuttavia saperlo solo ora a piu' di 4 mesi di distanza dalla presentazione della prima implica - cosi' mi dice il consulente - che debba considerare ore lavorate tutte quelle di cigo (per cui avevo gia' anticipato quanto dovuto ai lavoratori), pagare le integrazioni ed i contributi. Ore che non sono state lavorare e che le finanze esauste della mia azienda non possono permettersi di pagare (altrimenti perche' avrei chiesto la CIGO invece di procedere ai licenziamenti?)
Averlo saputo ad es entro dicembre, mi avrebbe permesso di mettere le assenze o cercare altre soluzioni (part time?)
Il danno conseguente il ritardo con cui INPS mi ha informato mi ha impedito di cambiare strategia.
C'e' un tempo entro il quale inps e' obbligato ad informare l'azienda sull'accettazione o respingimento della domanda di cigo?
cosa posso fare adesso?

PS: ho provato a cercare un contatto per spiegare la situazione personalmente, ma l'inps non fissa appuntamenti ed invita ad usare il cassetto fiscale per le comunicazioni (dove dovrei comunque contestare il respingimento, cosa che non voglio fare in quanto motivato)

grazie!