Buonasera,
un dipendente solo dopo 2 anni dalla data di assunzione si è accorto che nel contratto il comune di residenza è diverso da quello corretto, pertanto in questo frangente le addizionali sono state versate ad un comune errato. Il dipendente per questi due anni ha effettuato sempre dichiarazione dei redditi. Secondo il vostro punto di vista, nel tempo il comune di competenza gli potrebbe richiedere tali somme? In caso io in qualità di sostituto d'mposta come potrei intervenire per ovviare a questo problema, oltre a correggere l'indirizzo?

Grazie in anticipo.