Salve,
cosa può fare il datore di lavoro in caso sospetti di un abuso, da parte di un suo dipendente, dei permessi che spettano ai lavoratori affetti da patologia grave (legge 104/92). Mi riferisco ai tre giorni di permesso che il lavoratore, indubbiamente affetto da patologia grave (che sta curando), a volte posiziona sapientemente a ridosso di festività, fine settimane e ponti vari. Il tutto fa sorgere qualche dubbio, e non per essere cattivi o non comprensivi ma tale comportamento mettere in grave difficoltà il datore di lavoro nel gestire i turni con gli altri dipendenti. Se realmente ci fosse un abuso, come può il datore di lavoro, tutelarsi?
Grazie