una società di recupero crediti intrattiene numerosi rapporti con persone che svolgono l'attività effettiva.
Essa consiste nel contattare il debitore (dietro segnalazione) e tentare di definire il debito concedendo a volte dei margini di sconto sul valore originario.
tale attività configura una prestazione di servizio (no ritenute) oppure rientra nelle fattispecie di cui art 25 bis dpr600 (provvigione agenzia)
trovo interpretazioni differenti.
chi ha casi analoghi può segnalarmi come si comporta?
grazie
Pierpaolo