buongiorno,

ho un quesito un po' complicato da porvi. Scusate gli errori e i mancati tecnicismi dovuti a una non competenza nell'argomento.

L'azienda X, secondo quanto riportato dal certificato camerale, ha come oggetto sociale l'attività di pesca, commercializzazione e vendita all'ingrosso dei prodotti ittici, e come attività esercitata nella sede legale l'esercizio della pesca in acque marine.
L'azienda ha alle sue dipendenze più di 15 marittimi e dal 2018 ha assunto un dipendente come addetto alla contabilità generale. Secondo il suo cdl, una società che esercita la pesca non può assumere dipendenti che non siano marinai e affini, pertanto il cdl propone di variare l'attività esercitata aggiungendo all'esercizio della pesca anche la commercializzazione e vendita all'ingrosso. Viene inviata la pratica alla camera di commercio. Nel frattempo, l'INPS accetta la pratica di assunzione di un addetto alla contabilità nella società "esercitante commercio all'ingrosso". Tuttavia, la camera di commercio non accetta la pratica di variazione dell'esercizio perchè l'azienda non presenta la SCIA, quindi l'attività esercitata resta quella di pesca.
I miei quesiti sono i seguenti:
- l'azienda non avrebbe dovuto successivamente al rifiuto della pratica da parte della camera di commercio fare comunicazione all'inps?
- l'azienda e il dipendente si trovano in una posizione irregolare (dato che l'inps ha accettato la pratica per una società che commercializza all'ingrosso mentre la società non esercita la commercializzazione)?
- è corretto che una società che esercita la pesca ma ha sede legale, emette e riceve fatture, non possa assumere un addetto alla contabilità ma solo marittimi?

Grazie per l'attenzione.