Buongiorno a tutti, vorrei esporvi questa vicenda per chiedere alcuni chiarimenti sulle procedure con cui vengono espletate le gare d'appalto.
Dunque, un'azienda che sta partecipando a una gara d'appalto (fornitura di servizi) pubblica un annuncio di lavoro con l'obiettivo di selezionare personale da assumere in caso di vincita della gara, da destinare alla nuova sede di lavoro. Qui il primo dubbio: è una prassi comune? Le selezioni non dovrebbero essere effettuate in un secondo momento, in caso di aggiudicazione effettiva?

In ogni caso, alle persone che rispondono all'annuncio (perché interessate all'offerta di lavoro) viene chiesto di allegare al cv una copia della carta d'identità. L'altro dubbio è: l'azienda chiede la carta d'identità perché le persone verranno così incluse nell'offerta tecnica da presentare insieme al resto della documentazione? L'offerta tecnica non dovrebbe includere solo il personale già effettivamente alle dipendenze dell'azienda in questione?

L'ultimo dubbio è: nel caso in cui si venga inclusi nell'offerta tecnica di cui sopra (pur non essendo ancora assunti dall'azienda), in caso di aggiudicazione della gara si è poi "obbligati" ad entrare in servizio presso l'azienda, quindi a firmare un contratto?
Spero di essere stata chiara e ringrazio in anticipo chiunque potrà aiutarmi a fare un po' di chiarezza.