Alcuni anni fa una dipendente fa causa al proprio datore per aver subito un licenziamento ritorsivo.
Il giudice accoglie la richiesta e obbliga il datore al versamento di alcune differenze retributive (dovute al fatto che il rapporto viene dichiarato subordinato a tempo indeterminato e NON apprendistato) , al risarcimento del danno, al versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali dovuti per il periodo intercorrente dal giorno del licenziamento sino a quello dell’effettiva reintegrazione. La dipendente al posto della reintegra opta però per il versamento dell’indennità sostitutiva pari a 15 mensilità.
Visto che è la prima volta che mi capita tale situazione mi chiedevo che cosa succede a questo punto; dobbiamo attendere i conteggi della controparte ed erogare gli importi al lordo oppure dobbiamo emettere un cedolino paga riepilogativo applicando la tassazione separata?
Sicuramente prenderò contatti con l'Inps ma qualcuno può anticiparmi l'iter da seguire?
Attendo pareri. Grazie mille!