Buongiorno,
nel caso in cui la domanda di maternità per l'astensione obbligatoria venga presentata in ritardo, nel caso specifico la domanda presentata telematicamente e protocollata in data 29/11/21 con periodo richiesto 19/08/21-19/01/22, come deve comportarsi il datore di lavoro, premesso che la dipendente in questione era posta in cassa integrazione a zero ore, quindi a tutti li effetti non prestava attività lavoroativa, e considerando il fatto che i cedolini del periodo pregeresso (agosto, settembre e ottobre) sono stati eleborati e i relativi uniemens inviati. Inoltre siamo in attesa di inviare i dati per il pagamento diretto della cassa integrzione dello stesso periodo. Mi domando se sia possibile inoltrare una domanda di matenità con così ampio ritardo, e se il datore di lavoro è tenuto al vesamento per conto dell'inps, oppure la dipendente rischia di perdere il beneficio? oppure sarebbe più logico che la maternità le venga pagata direttamente dall'inps?
Grazie per l'attenzione.