Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Srl socio unico in edilizia ed INPS

  1. #1
    alfredo da roma Guest

    Predefinito Srl socio unico in edilizia ed INPS

    Gentilissimi, sono a porVi il seguente quesito: teoricamente il socio unico di srl che opera nel settore edile dovrebbe essere iscritto alla cassartigiani e forse anche alla cassa edile, sempre che presti la sua opera all'interno dell'azienda; ma può esseci concretamente il caso in cui il socio unico di SRL sia solo un mero amministratore e quindi non debba iscriversi né a cassartigiani né a Cassaedile, ma solo alla gestione separata INPS per il compenso di amministratore che riceve? Si può anche evitare la doppia iscrizione alla gestione separata ed alla gestione commercianti?
    Grazie

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alfredo da roma Visualizza Messaggio
    Gentilissimi, sono a porVi il seguente quesito: teoricamente il socio unico di srl che opera nel settore edile dovrebbe essere iscritto alla cassartigiani e forse anche alla cassa edile, sempre che presti la sua opera all'interno dell'azienda; ma può esseci concretamente il caso in cui il socio unico di SRL sia solo un mero amministratore e quindi non debba iscriversi né a cassartigiani né a Cassaedile, ma solo alla gestione separata INPS per il compenso di amministratore che riceve? Si può anche evitare la doppia iscrizione alla gestione separata ed alla gestione commercianti?
    Grazie
    Il socio di srl è obbligato all'iscrizione ivs (commercianti o artigiani) soltanto se presta la propria opera all'interno dell'azienda con abitualità e prevalenza.
    Il socio amministratore che riceve un compenso fisso è obbligato all'iscrizione alla gestione separata inps.
    Tuttavia, se non vi è prestazione d'opera abituale e prevalente, basterà soltanto l'iscrizione alla gestione separata per il compenso di amministratore.
    Mi sorgono però alcuni dubbi: in presenza di una società unipersonale, come si fa a dimostrare che il socio amministratore non presta la propria opera ?
    Ad evitare contenziosi con l'inps (che chiede la doppia contribuzione) non sarebbe forse meglio una unica iscrizione, cioè quella ivs artigiani ?
    Ciao

  3. #3
    alfredo da roma Guest

    Predefinito

    Anzitutto ringrazio per la cortese e sollecita risposta.
    In merito all'argomento segnalo che è proprio difficile costruire un'ipotesi di amministratore di srl che non presti la propria opera all'interno dell'azienda, anche se è possibile che l'amministratore si limiti a gestire la srl assumendo del personale per l'esercizio dell'attività.
    Si può però pensare che l'amministratore/socio al 100% si limiti a partecipare a gare d'appalto piuttosto che eseguire direttamente i lavori edili.
    Se poi si è di fronte ad una scelta, forse conviene seguire la strada più sicura dell'artigianato con unica iscrizione piuttosto che quella della doppia INPS a gestione separata + IVS commercianti.
    Rimane comunque il mio particolare dubbio per l'attività eserciatata dalla SRL nel settore edile che forse richiederebbe anche l'iscrizione alla cassaedile.

    In attesa Vs. commenti e/o suggerimenti. Cordialmente

  4. #4
    mazzanti è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    San Giuseppe (FE)
    Messaggi
    534

    Lightbulb Srl socio unico in edilizia ed INPS

    E' un bel caso!
    Io penso che occorra distinguere tra opera all'interno dell'azienda ed opera istituzionale all'interno della società.
    Il socio unico che non va in cantiere -per dire- non può essere iscritto all'Inps artigiani; il socio unico che non va in cantiere e non percepisce un compenso come amministratore non si iscrive alla gestione separata Inps.
    Non credo nemmeno alla necessità dell'iscrizione alla Cassa Edile, sempre in assenza di manodopera prestata direttamente....
    Questa è la mia opinione. Preciso di non essere un Consulente del lavoro....per cui prendetemi con le molle.
    [B]Roberto Mazzanti[/B]
    Commercialista
    http://studiomazzanti.blogspot.it/

  5. #5
    Facchini è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    106

    Predefinito

    Allego questo link al riguardo dell'iscrizione degli amministratori di SRL che potrebbe tornare utile..
    http://www.commercialistatelematico....istratori.html

  6. #6
    alfredo da roma Guest

    Predefinito

    Vi ringrazio ancora per la passione che ci mettete e per la Vs. disponibilità, ma il caso, secondo me, "è un bel caso".
    Ringrazio Facchini per la segnalazione della sentenza - che avevo già letto nelle mie ricerche - che conferma la mia esperienza professionale di contenzioso con l'A.F. come molto particolare - sono loro che affollano le aule e che rendono la giustizia cara ed inefficiente con cause inutili e teoricamente per loro a costo zero - dive ci si trova o di fronte ad una memoria di replica del tutto infondata se non generica ed inconsistente - ad es. mi accade con l'Ag.Entr. per l'IRAP - oppure con memorie di replica di un certo spessore tecnico/giuridico talvolta imbarazzante. Il caso della sentenza segnalata è del 1° tipo!!
    Rimane il fatto che prima di fare pasticci con l'INPS che deve rilasciare poi anche il DURC per le concessioni edilizie, per le DIA, per la partecipazione alle gare d'appalto, ecc., vorrei sapere concretamente cosa fare nei confronti di questo soggetto mero amministratore della SRL a socio unico che lavora nel settore edile senza contribuire alla realizzazione dei manufatti.
    Il dubbio rimane?? Grazie a tutti

  7. #7
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alfredo da roma Visualizza Messaggio
    Vi ringrazio ancora per la passione che ci mettete e per la Vs. disponibilità, ma il caso, secondo me, "è un bel caso".
    Ringrazio Facchini per la segnalazione della sentenza - che avevo già letto nelle mie ricerche - che conferma la mia esperienza professionale di contenzioso con l'A.F. come molto particolare - sono loro che affollano le aule e che rendono la giustizia cara ed inefficiente con cause inutili e teoricamente per loro a costo zero - dive ci si trova o di fronte ad una memoria di replica del tutto infondata se non generica ed inconsistente - ad es. mi accade con l'Ag.Entr. per l'IRAP - oppure con memorie di replica di un certo spessore tecnico/giuridico talvolta imbarazzante. Il caso della sentenza segnalata è del 1° tipo!!
    Rimane il fatto che prima di fare pasticci con l'INPS che deve rilasciare poi anche il DURC per le concessioni edilizie, per le DIA, per la partecipazione alle gare d'appalto, ecc., vorrei sapere concretamente cosa fare nei confronti di questo soggetto mero amministratore della SRL a socio unico che lavora nel settore edile senza contribuire alla realizzazione dei manufatti.
    Il dubbio rimane?? Grazie a tutti
    Se la srl oggetto del caso fosse stata mia cliente, come mi sarei comportato ?
    Provo a dare una risposta personale, anche alla luce degli ulteriori chiarimenti segnalati:
    1- Innanzi tutto avrei tenuto conto che, visti i rapporti con enti pubblici e gare di appalto e durc e dia ecc., qualsiasi contestazione dell'inps potrebbe creare grossi fastidi per l'assegnazione dei lavori.
    2- In secondo luogo, tenuto conto che l'amministratore può dimostrare di non svolgere attività lavorativa diretta ma soltanto di subappaltare a terzi gli appalti ottenuti, non farei alcuna iscrizione all'ivs artigiani o commercianti (utile a tal proposito la sentenza segnalata dal rag. Facchini). Non devo però assumere alcun dipendente non amministrativo, altrimenti il discorso cade.
    3- In terzo luogo, per ribadire il concetto sub 2 della semplice gestione della società senza prestazione d'opera diretta, assegnerei all'amministratore un compenso fisso e lo iscriverei alla gestione separata. Anche ai fini valutativi da parte dell'inps, una cosa è non essere iscritto ad alcuna gestione (separata o ivs) ed una cosa è invece essere iscritto almeno ad una delle due.
    Ciao

  8. #8
    alfredo da roma Guest

    Predefinito

    Grazie Speedy, veloce di nome e di fatto nelle sue risposte, peraltro condivisibili e corrette nell'impostazione. Diciamo che mi sono autodeterminato per effettuare un confronto di costo-opportunità per cui se il costo è uguale e/o inferiore preferisco non rischiare e quindi iscrivere il socio unico nonché amministratore anche all'artigianato purché il DURC non ne soffra.
    Tuttavia per fare un confronto tra gestione separata comprensiva dell'INAIL al 23,5% sul massimale di € 87.000 e l'iscrizione all'artigianato (al 19,5%) mi manca la quota INAIL (su un compenso annuo deliberato per l'amministratore pari ad € 20.000) da aggiungere: perciò sono andato sul sito dell'INAIL e mi sono spulciato tutto senza ottenere risultato.
    Mi potete aiutare nel calcolo? TKS

  9. #9
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alfredo da roma Visualizza Messaggio
    Grazie Speedy, veloce di nome e di fatto nelle sue risposte, peraltro condivisibili e corrette nell'impostazione. Diciamo che mi sono autodeterminato per effettuare un confronto di costo-opportunità per cui se il costo è uguale e/o inferiore preferisco non rischiare e quindi iscrivere il socio unico nonché amministratore anche all'artigianato purché il DURC non ne soffra.
    Tuttavia per fare un confronto tra gestione separata comprensiva dell'INAIL al 23,5% sul massimale di € 87.000 e l'iscrizione all'artigianato (al 19,5%) mi manca la quota INAIL (su un compenso annuo deliberato per l'amministratore pari ad € 20.000) da aggiungere: perciò sono andato sul sito dell'INAIL e mi sono spulciato tutto senza ottenere risultato.
    Mi potete aiutare nel calcolo? TKS
    Poichè il socio è unico, ritengo che si possa iscrivere all'inail non come socio amministratore bensì come titolare artigiano. In tal caso il premio inail non è calcolato applicando un determinato tasso sul compenso, bensì in base ad un importo fisso, variabile in funzione del rischio. Occorre contattare la locale sede inail per conoscere l'entità del premio in relazione all'attività svolta.
    Ciao

Discussioni Simili

  1. Socio unico di Srl e inps commercianti
    Di stef nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-07-13, 11:50 PM
  2. Socio-amministratore unico edilizia industria
    Di alex88 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-05-13, 04:49 PM
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-03-13, 11:36 AM
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-11-11, 04:23 PM
  5. D.u.r.c. Srl socio unico edilizia
    Di VERONICA_STVISALLI nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-11-09, 04:21 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15