Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Fattura professionista - Acconto e saldo

  1. #1
    dan
    dan è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    240

    Predefinito Fattura professionista - Acconto e saldo

    un professionista ha emesso fattura di acconto per prestazioni di € 500 ed ha calcolato su quest'importo i contributi del 2% e la ritenuta del 20% .
    La prestazione a saldo è stata però di € 332 e qui sorge il problema sulla differenza tra i contributi e la ritenuta percepiti che sono superiori a quelli effettivamente spettanti .
    A questo punto :
    1) E' errato il calcolo del contributo e della ritenuta su una fattura di acconto ?

    2) Se è corretto imputare ritenuta e contributi nella fattura di acconto, come deve essere formulata la fattura a saldo ?

    grazie

  2. #2
    ISA
    ISA è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    100

    Predefinito Regime Dei Minimi: Le Spese Sanitarie Si Possono Scaricare?

    CIAO... VOREEI SAPERE SE LE SPESE SANITARIE SI POSSONO SCARICARE (NEL CASO DI UN SOGGETTO CHE HA UN CED ED E' NEL REGIME DEI MINIMI)...

  3. #3
    dan
    dan è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    240

    Predefinito

    ciao , questi in sintesi le principali disposizioni del regime dei minimi :


    • imposta sostitutiva del 20% sul reddito professionale al netto dei contributi previdenziali pagati nel periodo di imposta;
    • esonero dagli studi di settore;
    • conservazione dei documenti di acquisto e delle fatture emesse, senza tenuta contabilità;
    • esonero dagli elenchi clienti e fornitori;
    • fatturazione senza più l'addebito dell'IVA
    • impossibilità di detrarre l'IVA sugli acquisti;
    • esenzione IRAP;
    • perdita degli oneri deducibili (spese sanitarie, interessi passivi su mutui prima casa, assicurazioni ecc.) e detrazioni di imposta per familiari a carico.

  4. #4
    giusy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    337

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dan Visualizza Messaggio
    un professionista ha emesso fattura di acconto per prestazioni di € 500 ed ha calcolato su quest'importo i contributi del 2% e la ritenuta del 20% .
    La prestazione a saldo è stata però di € 332 e qui sorge il problema sulla differenza tra i contributi e la ritenuta percepiti che sono superiori a quelli effettivamente spettanti .
    A questo punto :
    1) E' errato il calcolo del contributo e della ritenuta su una fattura di acconto ?

    2) Se è corretto imputare ritenuta e contributi nella fattura di acconto, come deve essere formulata la fattura a saldo ?

    grazie
    Vorresti dire che ha incassato € 332,00 e non il netto che dovrebbe essere 612.00? Se così fosse lascia la fattura così com'era formulata e fai l'incasso per i 332.00.

  5. #5
    dan
    dan è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    240

    Predefinito

    no , il problema poi non è contabile ma è concreto del professionista . in sintesi :
    FATTURA DI ACCONTO
    prestazione 500€
    cassa 2% 10
    imponibile iva 510
    iva 102
    totale 612
    - ritenuta 100
    TOTALE NETTO 512

    e questa lui lìha incassata regolarmente con bonifico
    In un secondo momento pero gli hanno riconosciuto una prestazione di 332 €
    a cui corrisponde contributo e ritenuta inferiori alla prima fattura . riformulo quindi i miei questiti :
    1) è sbagliato inserire contributi e ritenuta in una fattura di acconto ?
    2) se è corretto come procedere per sanare la differenza tra i contributi e la ritenuta ?

    grazie

  6. #6
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    854

    Predefinito

    Credo che nel tuo caso il professionista abbia emesso semplicemente una fattura di saldo chiedendo solo la relativa differenza, a cui si applica cpa e ritenuta

  7. #7
    giotto è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    227

    Predefinito

    [QUOTE=dan;64317]no , il problema poi non è contabile ma è concreto del professionista . in sintesi :
    FATTURA DI ACCONTO
    prestazione 500€
    cassa 2% 10
    imponibile iva 510
    iva 102
    totale 612
    - ritenuta 100
    TOTALE NETTO 512

    e questa lui lìha incassata regolarmente con bonifico
    In un secondo momento pero gli hanno riconosciuto una prestazione di 332 €
    a cui corrisponde contributo e ritenuta inferiori alla prima fattura . riformulo quindi i miei questiti :
    1) è sbagliato inserire contributi e ritenuta in una fattura di acconto ?
    2) se è corretto come procedere per sanare la differenza tra i contributi e la ritenuta ?

    grazie[/QUOTE

    Per il primo quesito non è sbagliato inserire contributi e ritenuta.
    Per il secondo applichi ugualmente contributo e ritenuta.

  8. #8
    dan
    dan è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    240

    Predefinito

    si ma ripeto , ad una prestazione di 332€ corrispondono contributi per 6,64 ed una ritenuta di 66,4 cioè meno di quanto ha percepito e gli è stato trattenuto nella fattura di acconto .

  9. #9
    giotto è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    227

    Predefinito

    Ciao Dan
    scusami ma non riesco a capire.
    Gli è stata pagata la ritenuta pari ad € 66,40?
    Ha incassato € 339,97 (netto a pagare)?

  10. #10
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dan Visualizza Messaggio
    un professionista ha emesso fattura di acconto per prestazioni di € 500 ed ha calcolato su quest'importo i contributi del 2% e la ritenuta del 20% .
    La prestazione a saldo è stata però di € 332 e qui sorge il problema sulla differenza tra i contributi e la ritenuta percepiti che sono superiori a quelli effettivamente spettanti .
    A questo punto :
    1) E' errato il calcolo del contributo e della ritenuta su una fattura di acconto ?
    2) Se è corretto imputare ritenuta e contributi nella fattura di acconto, come deve essere formulata la fattura a saldo ?
    grazie
    Non deve emettere fattura a saldo ma nota di credito. Deve restituire il maggior incasso percepito. Il committente può utilizzare il maggior versamento di ritenuta con modello 770.
    “Commercialista Telematico. Né SKY, né RAI. Abbonarsi conviene. ”.

    Lavora facile con qualità e risparmio. Lavora CONTABILE TELEMATICO

Discussioni Simili

  1. Fattura acconto beni strumentali professionista
    Di gi.gi nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20-08-12, 08:59 PM
  2. acconto - saldo - fattura
    Di maxvale nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-12-11, 04:21 PM
  3. Acconto: va sempre fatturato o posso aspettare il saldo (fattura unica)?
    Di Vilma Barbero nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-06-11, 08:01 PM
  4. Fattura di saldo con storno acconto
    Di anagre nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-10-10, 11:24 AM
  5. fattura a saldo o in acconto?
    Di ANATOJ nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 16-12-08, 07:03 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15