Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: ammortamento dell'avviamento

  1. #1
    cricri è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    12

    Predefinito ammortamento dell'avviamento

    Salve a tutti, ho il seguente quesito da porvi:
    nel 2002 a seguito di una fusione per incorporazione si è generato un disavanzo, imputato per una parte ad avviamento; questo avviamento nel corso degli anni non è stato ammortizzato in quanto si è ritenuto che non avesse perso il proprio valore. E' corretto?Preciso che la società non applica gli IAS...
    grazie mille

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,386

    Predefinito

    Salve,

    la fusione è considerata un'operazione "riorganizzativa" e non un'operazione "realizzativa" o almeno così la considera il Fisco, visto l'inequivocabile tenore dell'art. 172 del TUIR che vede l'operazione di fusione come un'operazione fiscalmente neutra. Infatti, l'articolo citato stabilisce che la fusione tra più società non costituisce nè realizzo, nè distribuzione delle plusvalenze e minusvalenze dei beni delle società fuse o incorporate, comprese quelle relative alle rimanenze e il valore di avviamento..

    L'eventuale disallineamento tra valori civilistici e valori fiscali della fusione va gestito con prospetto di riconciliazione (modello RV della dichiarazione dei redditi).

    Quindi mi sembra corretto il comportamento tenuto fino ad oggi teso a considerare irrilevante il disavanzo di fusione imputato in via residuale ad avviamento.

    Saluti

  3. #3
    cricri è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    12

    Predefinito

    d'accordo dal punto di vista fiscale. La mia domanda era se fosse corretto dal punto di vista contabile trovare al bilancio 2006 ancora un valore di avviamento di 19 milioni di euro, mai ammortizzato

  4. #4
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,386

    Predefinito

    Salve,

    nella mio post avevo accennato ad un eventuale disallineamento tra valori civili e fiscali, con ciò significando che un eventuale comportamento contabile non conforme alla irrelevanza fiscale dell'avviamento, andrebbe gestito con il quadro riconciliazione RV della dichiarazione dei redditi.

    Vale a dire che se lei avesse ammortizzato il valore di avviamento iscritto come conseguenza dell'imputazione residuale del disavanzo di fusione, avrebbe dovuto gestirlo con il quadro di riconciliazione previsto dalle norme tributarie.

    Se poi la domanda era: devo ammortizzare comunque il valore di avviamento iscritto in bilancio con valenza puramente civilistica, la risposta non può che essere positiva, sebbene questo comporterà la gestione del "doppio binario". Altrimenti quest'elemento dell'attivo resterà in bilancio a tempo indeterminato. Ancora: se l'elemento patrimoniale non aveva e non ha nessuna ragione di esistere, va stralciato con l'istituto delle sopravvenienze.

    Aggiungo, inoltre, che se la società ha anche il collegio sindacale, occorre il parere di quest'ultimo, sia per quanto riguarda l'iscrizione che per quanto riguarda il mantenimento in bilancio, con le conseguenze previste dall'art. 2426 n. 6 del c.c.

    Saluti e buon lavoro
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 10-10-07 alle 10:23 AM

  5. #5
    cricri è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    12

    Predefinito

    Nella relazione del collegio sindacale al bilancio 2002 (anno di iscrizione dell'avviamento in questione) non si fa alcun riferimento ad esso...
    inoltre, per la precisione il valore ad oggi ha subito una riduzione pari al 2,29% (senza peraltro l'esistenza di un fondo ammortamento)..mi viene da pensare che sia stato effettuato l'impairment test dato che la nota integrativa al bilancio 2006 recita: "per la parte di avviamento derivante dall'imputazione del disavanzo derivante dalla fusione per incorporazione avvenuta con effetto 1 gennaio 2002, conformemente a quanto avvenuto negli esercizi passati, non si è proceduto all'ammortamento, in quanto, a seguito di apposta verifica (impairment test???), si ritiene che tale voce abia mantenuto nel tempo il proprio valore"...ma gli IAS possono applicarsi discrezionalmente ed in via residuale?

  6. #6
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cricri Visualizza Messaggio
    Nella relazione del collegio sindacale al bilancio 2002 (anno di iscrizione dell'avviamento in questione) non si fa alcun riferimento ad esso...
    Questa è una grave mancanza.
    E nei bilanci successivi ? E' stata scritta qualcosa ??

    Per il resto del quesito lascio la parola all'amico Enrico.

  7. #7
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,386

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cricri Visualizza Messaggio
    Nella relazione del collegio sindacale al bilancio 2002 (anno di iscrizione dell'avviamento in questione) non si fa alcun riferimento ad esso...
    inoltre, per la precisione il valore ad oggi ha subito una riduzione pari al 2,29% (senza peraltro l'esistenza di un fondo ammortamento)..mi viene da pensare che sia stato effettuato l'impairment test dato che la nota integrativa al bilancio 2006 recita: "per la parte di avviamento derivante dall'imputazione del disavanzo derivante dalla fusione per incorporazione avvenuta con effetto 1 gennaio 2002, conformemente a quanto avvenuto negli esercizi passati, non si è proceduto all'ammortamento, in quanto, a seguito di apposta verifica (impairment test???), si ritiene che tale voce abia mantenuto nel tempo il proprio valore"...ma gli IAS possono applicarsi discrezionalmente ed in via residuale?
    Salve,

    la platea di soggetti che devono applicare gli IAS non contempla tutte le società di capitali, ma solo - volendo esemplificare - le società quotate, le società che svolgono attività bancaria e assicurativa, le società che redigono il Bilancio consolidato o che partecipano al bilancio consolidato.

    Per le altre, invece, tutto è posticipato ad un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, che stabilirà modalità e termini per l'adozione, che a tutt'oggi non risulta essere stato emanato.

    Ma al di là dell'applicazione o meno degli IAS c'è una prescrizione codicistica che stabilisce che l'avviamento può essere iscritto in bilancio solo con il consenso del Collegio sindacale e ammortizzato entro un periodo di 5 anni.

    Le osservazioni da fare sono:

    1) esiste il collegio sindacale in questa società e se si come si è espresso sull'iscrizione in bilancio del disavanzo di fusione a titolo di avviamento ?

    2) l'ammortamento non può essere condotto secondo una procedura ad libitum ma deve seguire la regola del riparto nel quinquennio. E' stata rispettata questa regola ?

    Se le risposte ad entrambe le domande sono negative occorre porre rimedio al passato - magari con l'intervento del nuovo collegio sindacale nel frattempo nominato - con l'istituto delle sopravvenienze per correggere ora i saldi di bilancio.

    Non farlo significa perpetuare l'errore e rendersi corresponsabili di queste illegittimità.

    Saluti
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 10-10-07 alle 01:16 PM

  8. #8
    cricri è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    12

    Predefinito

    purtroppo confermo che la risposta è negativa ad entrambe le domande...so che è stato nominato un nuovo collegio sindacale...per fortuna non sono il loro commercialista ma devo valutare se concedere o meno un finanziamento di importo rilevante...alla luce dei fatti cosa mi consigliereste?

  9. #9
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,386

    Predefinito

    Un consiglio pratico porterebbe ad escludere dall'attivo di bilancio quell'elemento che sembra essere solo formalmente sussistente.

    Quindi nel valutare che potenzialità patrimoniale di questa società io metterei in detrazione dall'attivo di bilancio il valore di avviamento che si deve considerare già ammortizzato.

    Saluti

Discussioni Simili

  1. ammortamento avviamento
    Di ASSISTENTE nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-07-11, 09:42 PM
  2. Ammortamento avviamento
    Di vsilvestro nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-06-11, 01:09 PM
  3. ammortamento e avviamento
    Di giovanna82 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-06-10, 09:22 AM
  4. ammortamento avviamento
    Di pat2009 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-03-10, 03:01 PM
  5. ammortamento avviamento
    Di studiocontabileab nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18-05-09, 11:47 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15