Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18

Discussione: Elenco Cl/Fo: ho sbagliato una cosa

  1. #1
    nicksanchez è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    26

    Predefinito Elenco Cl/Fo: ho sbagliato una cosa

    Ciao a tutti,
    ho inviato nei tempi l'elenco clienti fornitori della ditta per cui presto consulenza e che mi ha chiesto di redarlo al posto suo.
    Tutto ok, dall'analisi del file nessun errore (di forma).
    Eppure adesso guardo alcune fatture e noto che la partita iva di un fornitore è cambiata dal 2005 e io non l'ho variata ma ho lasciato quella vecchia. Il quesito è, al di là di responsabilità mia tua sua...non mi interessa, questa soietà mi sta a cuore e quindi anche se doveva cambiare a suo tempo la p.iva di questo fornitore, amen. Ma che cosa devo fare per correggere?aspettare o presentare una sorta di secondo documente cl/fo correttivo???
    Grazie

    Nicola

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,845

    Predefinito

    Sì, è possibile, e senza sanzioni.
    Se ne è già parlato qui
    http://forum.commercialistatelematic...ight=annullare

    ciao

    Citazione Originariamente Scritto da nicksanchez Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    ho inviato nei tempi l'elenco clienti fornitori della ditta per cui presto consulenza e che mi ha chiesto di redarlo al posto suo.
    Tutto ok, dall'analisi del file nessun errore (di forma).
    Eppure adesso guardo alcune fatture e noto che la partita iva di un fornitore è cambiata dal 2005 e io non l'ho variata ma ho lasciato quella vecchia. Il quesito è, al di là di responsabilità mia tua sua...non mi interessa, questa soietà mi sta a cuore e quindi anche se doveva cambiare a suo tempo la p.iva di questo fornitore, amen. Ma che cosa devo fare per correggere?aspettare o presentare una sorta di secondo documente cl/fo correttivo???
    Grazie

    Nicola

  3. #3
    ivanajol è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    651

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nicksanchez Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    ho inviato nei tempi l'elenco clienti fornitori della ditta per cui presto consulenza e che mi ha chiesto di redarlo al posto suo.
    Tutto ok, dall'analisi del file nessun errore (di forma).
    Eppure adesso guardo alcune fatture e noto che la partita iva di un fornitore è cambiata dal 2005 e io non l'ho variata ma ho lasciato quella vecchia. Il quesito è, al di là di responsabilità mia tua sua...non mi interessa, questa soietà mi sta a cuore e quindi anche se doveva cambiare a suo tempo la p.iva di questo fornitore, amen. Ma che cosa devo fare per correggere?aspettare o presentare una sorta di secondo documente cl/fo correttivo???
    Grazie

    Nicola
    Ciao,
    devi fare subito l'annullamento entro oggi del file inviato (tramite Entratel programma di annullamento), quindi correggere e reinviare immediatamente il file corretto. Se riesci a fare tutto entro oggi non ci sono sanzioni.
    ciao

  4. #4
    nicksanchez è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    26

    Predefinito

    Grazie
    Siete Sempre Super Preziosi.
    Ma Il Mio Dubbio Era...chissa' Quante Persone Sbaglieranno Partite Iva Di Societa' Che Magari Non Hanno Comunicato Tale Variazione Ma Si Ono Limitate A Cambiare La P.iva Nella Fattura....e In Questi Casi, Come E' Accaduto A Me Per Una Fattura Di Autostrade, Se Non Me Ne Fossi Accorto, Che Rischi Avrei Corso??

  5. #5
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,845

    Predefinito

    La cosa mi fa sorridere .... penso al povero verificatore che perde due settimane di lavoro, lì seduto a controllarti l'elenco clienti e fornitori, per poi scoprire che hai sbagliato UNA partita iva ....e ti fa la sanzione .... di quanto ? Mettiamo 258 euro, che magari poi puoi ridurre ad un ottavo ....



    Citazione Originariamente Scritto da nicksanchez Visualizza Messaggio
    Grazie
    Siete Sempre Super Preziosi.
    Ma Il Mio Dubbio Era...chissa' Quante Persone Sbaglieranno Partite Iva Di Societa' Che Magari Non Hanno Comunicato Tale Variazione Ma Si Ono Limitate A Cambiare La P.iva Nella Fattura....e In Questi Casi, Come E' Accaduto A Me Per Una Fattura Di Autostrade, Se Non Me Ne Fossi Accorto, Che Rischi Avrei Corso??

  6. #6
    Diego è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Con riguardo alla sostituzione del file, come previsto dal paragrafo 4 della circolare 53/E entro 30 giorni dalla scadenza dell'invio e quindi entro il 14 novembre, il file in precedenza inviato potrà essere annullato e sostituito con uno nuovo sempre che sia riferito allo stesso anno. Si può affermare che la sostituzione non comporti sanzioni e questo per due ragioni. Punto primo la circolare dedica due distinti paragrafi uno per le modalità di trasmissione (par. 4) e uno per gli aspetti sanzionatori (par. 5). Infine quando l'Agenzia ha fornito i chiarimenti circa la possibilità si sostituire entro 30 giorni il file degli elenchi trasmesso nei termini, non ha parlato di sanzioni.

    Il nuovo invio dei dati andrà fatto nel caso di modifica dell'elenco con dati incompleti o non corretti. Ne consegue che in tale evenienza nessuna sanzione sarebbe dovuta sempre che, come la circolare ben precisa, il nuovo invio avvenga seguendo le istruzioni fornite e quindi entro 30 giorni dalla scadenza, ossia il 14 novembre che così diventa una data decisamente critica visto che è a ridosso del 15 novembre, termine che rappresenta la seconda scadenza per gli elenchi Iva che riguarda i soggetti che nel 2006 hanno realizzato un volume d'affari superiore ai limiti di 309.874,14 euro per le prestazioni di servizi e di 516.456,90 per le altre attività.

  7. #7
    ivanajol è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    651

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    La cosa mi fa sorridere .... penso al povero verificatore che perde due settimane di lavoro, lì seduto a controllarti l'elenco clienti e fornitori, per poi scoprire che hai sbagliato UNA partita iva ....e ti fa la sanzione .... di quanto ? Mettiamo 258 euro, che magari poi puoi ridurre ad un ottavo ....

    Chissa', a quel punto forse i verificatori entreranno in sciopero....facendo finalmente scoprire l'inutilita' e lo spreco di tempo per questo adempimento anacronistico e mal strutturato.....(in quindici anni si dovrebbero vedere progressi notevoli nella macchina statale.....)

  8. #8
    Alessandra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Monza
    Messaggi
    418

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ivanajol Visualizza Messaggio
    Chissa', a quel punto forse i verificatori entreranno in sciopero....facendo finalmente scoprire l'inutilita' e lo spreco di tempo per questo adempimento anacronistico e mal strutturato.....(in quindici anni si dovrebbero vedere progressi notevoli nella macchina statale.....)
    E se invece un cliente non mi fa arrivare i dati per l'elenco clienti fornitori che faccio? Mensile srl Già questo tipo non ha presentato dichiarazioni e chiede a me di inviarle ormai in ritardo su cui pagherà sanzione entro i 90 giorni qundi entro il 31.12.07... mi ha portato solo un bilancio stampato da vecchio commercialista in cui mancano alcune scritture di assestamento e per di più non mi ha ancora portato nulla.... Bah che tipi che ci sono in giro!!!
    Gli faccio sto favore ma poi se ne vada ... non ho intenzione di diventare pazza... Ma vi rendete conto di che si deve fare???
    ALE

  9. #9
    Diego è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Vediamo ora all'aspetto sanzioni. La circolare 53/E mette in evidenza al paragrafo 5 che in caso di omessa o ritardata presentazione degli elenchi, nonché di invio degli stessi con dati falsi o incompleti, ne consegue l'applicazione della sanzione amministrativa da un minimo di 258 euro a un massimo di 2.065 euro prevista dall'articolo 11 del D.Lgs. n. 471 del 1997.
    Come per la comunicazione dei dati contenuti nelle dichiarazioni di intento anche gli elenchi Iva omessi o errati possono essere regolarizzati ricorrendo al ravvedimento operoso di cui all'articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472. Va comunque ricordato che nel caso in cui la violazione non sia stata già constatata o comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche o altre attività amministrative di accertamento, il contribuente può fruire della sanzione di 1/5 del minino, ossia si dovrà procedere a versare 51,60 euro (258/5) tramite modello F24 e la regolarizzazione deve essere effettuata entro un anno dall'omissione o errore. Quanto al codice tributo da più parti viene indicato l'8904 "Sanzione pecuniaria Iva" ma si è in attesa di conferma da parte dell'Agenzia delle Entrate.

  10. #10
    Diego è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Veniamo allo spinoso capitolo responsabilità. Per i Dottori Commercialisti il riferimento è ovviamente rappresentato dal Codice Deontologico. L'art. 16 prevede che il Dottore Commercialista deve tempestivamente illustrare al cliente con semplicità e chiarezza gli elementi essenziali gli eventuali rischi connessi alla pratica affidatagli e quindi in buona sostanza all'esecuzione dell'incarico. Inoltre in base all'art. 17 il Dottore Commercialista non deve proseguire nello svolgimento dell'incarico qualora sopravvengano circostanze o vincoli che possono influenzare la sua libertà di giudizio ovvero condizionare il suo operato. Tradotto in termini pratici diversi professionisti molto spesso inviano raccomandata con ricevuta di ritorno avvisando che non si opererà più in favore del cliente in quanto non si è nella condizione di poterlo fare, ma questo con un certo anticipo rispetto alla scadenza dell'adempimento. Alcuni si affidano a una comunicazione fax (decisamente molto più soft) in via preventiva per poi optare per la raccomandata tipo A.R. all'incancrenirsi della situazione. Purtroppo bisogna fare i conti con la realtà di non indispettire il cliente con il rischio di perderlo. Insomma qui entra in gioco il buon senso.

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. F24 sbagliato
    Di caterinak nel forum F24 e invii telematici
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 13-10-09, 02:35 PM
  2. 730 congiunto sbagliato
    Di elisacorradiballestra nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-12-08, 08:17 AM
  3. F24 a zero ... ed un po' sbagliato ...
    Di swami nel forum F24 e invii telematici
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 16-07-08, 12:42 PM
  4. Secondo CUD sbagliato
    Di ottosprint999 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-05-08, 07:05 PM
  5. inserimento sbagliato
    Di mercury nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 06-09-07, 12:30 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15