Ben trovati.
Sono una mamma che insieme a un gruppo di genitori degli alunni frequentanti la scuola primaria del nostro piccolissimo paese sta cercando di risolvere un disagio comune. La scuola non offre il servizio mensa perci˛ i nostri figli devono necessariamente tornare a casa per il pranzo con i problemi che ne conseguono per i genitori lavoratori che non hanno parenti su cui fare affidamento.
Stiamo pensando seriamente di unire le nostre forze e realizzazione una mensa.
Ritenete che se ci uniamo in un circolo privato, o associazione che dir si voglia, possiamo rientrare nella fattispecie?
Mi sono documentata in rete e in base alle disposizioni vigenti l'ENDAS pu˛ autorizzare il circolo a gestire una mensa riservata ai soci.
Per quanto riguarda i locali ci rivolgeremmo all'oratorio nel quale esiste una grande cucina e un salone giÓ attrezzato con tavoli e sedie.
Non sono riuscita a trovare informazioni riguardanti la possibilitÓ di assumere personale addetto, in questo caso, alla cucina e la cura dei bambini.
Non avendo fini di lucro le quote associative serviranno a pagare il personale, i generi alimentari, il riscaldamento e l'affitto del locale.
Pensate che la cosa sia fattibile?
E, se si, qualcuno mi sa dire come mi posso muovere? Ho vent'anni d'esperienza nella contabilitÓ, ma i circolo privati proprio mi mancano.
Grazie in anticipo.