Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22

Discussione: Caso Da Studio...

  1. #1
    Salvo è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    448

    Predefinito Caso Da Studio...

    Un (mio) cliente vende oltre emettendo fattura anche scontrino fiscale.
    Tra i suoi clienti vi sono alcuni artigiani che comprano sia con fattura (quando sanno di poter fatturare a sua volta) o con scontrino ( quando sanno che non fattureranno perchè realizzeranno lavori a privati )
    Ipotizziamo adesso che l'artigiano di cui sopra saldi con assegni (distinti) sia le fatture che gli scontrini......
    Secondo Voi ad un controllo dell'AdE che tipo di contestazione potrebbero fare al mio cliente? vi è un obbligo per il mio cliente di fatturare?
    Secondo Voi l'artigiano rischia un controllo a sua volta ??? e se si gli potrebbero contestare gli acquisti con scontrino ?

    Scatenatevi con i pareri e chiedete pure se non sono stato chiaro.....
    Parere fornito in maniera spassionata e gratuita. Consiglio chi legge di portare a termine le proprie ricerche e attenersi, comunque, alla legislazione vigente

  2. #2
    matteo_parma è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    20

    Predefinito

    Personalmente, reputo questa gestione "atipica"... L'artigiano che acquista dal Tuo Cliente non può (o meglio non deve) discriminare secondo il Cliente a cui rifatturerà la prestazione.
    Tra l'altro, è sempre consigliabile che l'Artigiano acquisti sempre con fattura che è il documento che meglio rappresenta e giustifica un costo inerente all'attività legato ad un nominativo ben preciso.
    Perchè il Tuo artigiano non fa fattura anche al Cliente privato? Emetterà comunque una regolare ricevuta che attesta la prestazione svolta, ma questo esula dalle sue modalità di acquisto.
    Lo scontrino (che ad oggi è difficile sia "parlante") non fornisce prova certa che l'acquisto sia stato fatto dall'artigiano stesso...
    Consiglierei all'artigiano di cambiare modalità di acquisto dal Tuo Cliente (il primo anello della catena) facendosi sempre emettere regolare FATTURA.
    Per il Tuo Cliente non ci sono problemi in sede di verifica: a chi effettuerà il controllo esibirà il registro delle vendite (per le fatture immediate e differite) e il registro dei corrispettivi (per tutti gli scontrini emessi).

    Matteo

  3. #3
    Salvo è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    448

    Predefinito

    Il motivo per cui l'artigiano acquista con scontrino e effettua il lavoro senza nessun documento giustificativo ha una definizione ben chiara....(capisci a me)
    Parere fornito in maniera spassionata e gratuita. Consiglio chi legge di portare a termine le proprie ricerche e attenersi, comunque, alla legislazione vigente

  4. #4
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Salvo Visualizza Messaggio
    Un (mio) cliente vende oltre emettendo fattura anche scontrino fiscale.
    Tra i suoi clienti vi sono alcuni artigiani che comprano sia con fattura (quando sanno di poter fatturare a sua volta) o con scontrino ( quando sanno che non fattureranno perchè realizzeranno lavori a privati )
    Ipotizziamo adesso che l'artigiano di cui sopra saldi con assegni (distinti) sia le fatture che gli scontrini......
    Secondo Voi ad un controllo dell'AdE che tipo di contestazione potrebbero fare al mio cliente? vi è un obbligo per il mio cliente di fatturare?
    Secondo Voi l'artigiano rischia un controllo a sua volta ??? e se si gli potrebbero contestare gli acquisti con scontrino ?
    Scatenatevi con i pareri e chiedete pure se non sono stato chiaro.....
    Il problema che sollevi è dibattuto da molti anni.
    E' ovvio che l'artigiano che acquista beni destinati al proprio lavoro con rilascio di scontrino e senza fattura (in violazione dell'art. 22 comma 3 del dpr 633) compie una operazione irregolare, in quanto presumibilmente destinata a compiere elusioni o evasioni fiscali sui conseguenti ricavi.
    Ma il venditore è corresponsabile ?
    Egli infatti si potrebbe difendere affermando che la fattura non è stata richiesta dall'acquirente (art. 22 comma 1).
    Altri affermano invece che, poichè il venditore potrebbe conoscere lo status dell'acquirente magari perchè cliente abituale, in qualche modo egli diventa complice di una evasione fiscale. E tale complicità potrebbe essere maggiormente avvalorata dal fatto che il pagamento è avvenuto con assegno e non per contanti.

    A questo punto ognuno tragga le proprie conclusioni.

  5. #5
    seta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    591

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da matteo_parma Visualizza Messaggio
    Personalmente, reputo questa gestione "atipica"... L'artigiano che acquista dal Tuo Cliente non può (o meglio non deve) discriminare secondo il Cliente a cui rifatturerà la prestazione.
    Tra l'altro, è sempre consigliabile che l'Artigiano acquisti sempre con fattura che è il documento che meglio rappresenta e giustifica un costo inerente all'attività legato ad un nominativo ben preciso.
    Perchè il Tuo artigiano non fa fattura anche al Cliente privato? Emetterà comunque una regolare ricevuta che attesta la prestazione svolta, ma questo esula dalle sue modalità di acquisto.
    Lo scontrino (che ad oggi è difficile sia "parlante") non fornisce prova certa che l'acquisto sia stato fatto dall'artigiano stesso...
    Consiglierei all'artigiano di cambiare modalità di acquisto dal Tuo Cliente (il primo anello della catena) facendosi sempre emettere regolare FATTURA.
    Per il Tuo Cliente non ci sono problemi in sede di verifica: a chi effettuerà il controllo esibirà il registro delle vendite (per le fatture immediate e differite) e il registro dei corrispettivi (per tutti gli scontrini emessi).

    Matteo
    Il problema è a mio avviso che spesso gli artigiani acquistano con fattura quando poi dichiarano il ricavo corrispondente e con scontrino fiscale per il resto............(quello che non vogliono dichiarare).

    Se però pagano con assegno cade il palco..........pensano di fare i furbi....

  6. #6
    Salvo è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    448

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da seta Visualizza Messaggio
    Il problema è a mio avviso che spesso gli artigiani acquistano con fattura quando poi dichiarano il ricavo corrispondente e con scontrino fiscale per il resto............(quello che non vogliono dichiarare).

    Se però pagano con assegno cade il palco..........pensano di fare i furbi....


    certo, su questo aspetto siamo d'accordo. Ma il (mio) cliente rischia qualcosa? avrebbe obbligo di fatturare visto che sa che l'artigiano è titolare di P.I. ? direi di no? non fa nessuna evasione......
    Parere fornito in maniera spassionata e gratuita. Consiglio chi legge di portare a termine le proprie ricerche e attenersi, comunque, alla legislazione vigente

  7. #7
    seta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    591

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Salvo Visualizza Messaggio
    certo, su questo aspetto siamo d'accordo. Ma il (mio) cliente rischia qualcosa? avrebbe obbligo di fatturare visto che sa che l'artigiano è titolare di P.I. ? direi di no? non fa nessuna evasione......
    Su questo punto concordo con la risposta di Speedy, in presenza di un soggetto IVA il tuo cliente è obbligato all'emissione della fattura.
    Non può neanche giustificarsi affermando di non conoscere lo status dell'acquirente in quanto accetta un assegno a pagamento delle fatture e degli scontrini.

  8. #8
    Salvo è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Palermo
    Messaggi
    448

    Predefinito

    d'accordo....su quali fondamenti giuricidi affermi ciò ?
    esiste una legge che obbliga il mio cliente all'emissione della fattura?
    Parere fornito in maniera spassionata e gratuita. Consiglio chi legge di portare a termine le proprie ricerche e attenersi, comunque, alla legislazione vigente

  9. #9
    matteo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Scusatemi ma penso che la risposta sia semplice!!!!!
    Facciamo un esempio molto ipotetico ma in modo inverso.....
    Se un titolare di partita iva acquista da un suo abituale fornitore un qualsiasi bene (ad esempio un pc) è richiede la fattura, ma invece di utilizzare il bene per l'attività lo utilizza per scopi personali, scusatemi ma il venditore che ne può sapere???????
    L'unica cosa che potrebbe creare "problemi" è se pagasse con un unico assegno sia i beni acquistati con fattura sia quelli con corrispettivo, ma sottolineo il potrebbe!!!!!!

  10. #10
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da matteo Visualizza Messaggio
    Scusatemi ma penso che la risposta sia semplice!!!!!
    Facciamo un esempio molto ipotetico ma in modo inverso.....
    Se un titolare di partita iva acquista da un suo abituale fornitore un qualsiasi bene (ad esempio un pc) è richiede la fattura, ma invece di utilizzare il bene per l'attività lo utilizza per scopi personali, scusatemi ma il venditore che ne può sapere???????
    L'unica cosa che potrebbe creare "problemi" è se pagasse con un unico assegno sia i beni acquistati con fattura sia quelli con corrispettivo, ma sottolineo il potrebbe!!!!!!
    Non credo che sia così semplice.
    Il commerciante al minuto, che coscientemente non emette fattura nei confronti dell'acquirente da lui conosciuto come imprenditore e per beni riguardanti la sua specifica attività, potrebbe incorrere nelle sanzioni previste dagli articoli 6 e 11 del dlgs 471/1997.

Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. in caso di due cud
    Di lily nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-05-11, 09:14 PM
  2. Gestione studio - programma Studio telematico
    Di remedia68 nel forum Le utilità del Commercialista telematico
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-03-11, 07:27 AM
  3. studio di settore in caso di conferimento
    Di Roberto3142 nel forum Studi di settore
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-06-09, 01:41 PM
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 24-06-09, 09:32 AM
  5. Geometra in studio associato deve fare studio di settore
    Di Agenzia Italia 2 snc nel forum Studi di settore
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-03-09, 12:14 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15