Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Emissione fattura prima del relativo Ddt

  1. #1
    alex81x è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    53

    Predefinito Emissione fattura prima del relativo Ddt

    Salve a tutti avrei una curiosità !

    Secondo voi e secondo la normativa è forse possibile emettere fattura di vendita in merito ad una fornitura X ad esempio oggi , ed emettere solo a posteriori (10 giorni dopo) il relativo documento di trasporto e quindi anche la relativa consegna della merce ??

    Se una certa azienda lavora con fatturazione differita (procedura comunissima) è forse possibile in questo caso "differire" l'emissione del documento di trasporto anzichè della correlata fattura ??

    Grazie a tutti

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,218

    Predefinito

    Il documento di trasporto documenta il trasporto e quindi deve essere emesso quando la merce lascia il magazzino del venditore. Ciò non toglie che è giuridicamente possibile emettere uan fattura per una vendita con consegna differita.

    Quindi è del tutto regolare emettere prima la fattura e poi il DDT se la vendita è con consegna differita.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    alex81x è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    53

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Il documento di trasporto documenta il trasporto e quindi deve essere emesso quando la merce lascia il magazzino del venditore. Ciò non toglie che è giuridicamente possibile emettere uan fattura per una vendita con consegna differita.

    Quindi è del tutto regolare emettere prima la fattura e poi il DDT se la vendita è con consegna differita.

    Saluti
    Perfetto Dott. Larocca la ringrazio tanto, ma ora mi sorgono dei dubbi

    Può anche dirmi se esistono dei tempi di emissione del Ddt relativo oppure no ??

    Ossia se mi emettono fattura il 15 Dicembre e la fornitura "effettiva" accompagnata da Ddt avverrà esempio il 10 Gennaio 2011 sarebbe tutto regolare ??
    Ma come potrebbe allora il mio fornitore iscrivere in fattura il riferimento del Ddt oggetto della consegna se la fattura viene emessa prima ??
    Non è forse obbligatorio nelle fatture differite riportare puntualmente il numero e la data del documento di trasporto relativo ??

    L'Iva sugli acquisti comunque me la scarichererei nella liquidazione di Dicembre giusto ?? (in quanto di fatto ho già in mano la fattura)
    E il costo invece ?? Lo devo registrare di competenza solo quando arriverà fisicamente la merce a Gennaio 2011 e passerà ufficialmente la proprietà del bene nel deposito dell'acquirente ??


    Grazie infinite per le delucidazioni

  4. #4
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,853

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alex81x Visualizza Messaggio
    Perfetto Dott. Larocca la ringrazio tanto, ma ora mi sorgono dei dubbi

    Può anche dirmi se esistono dei tempi di emissione del Ddt relativo oppure no ??

    Ossia se mi emettono fattura il 15 Dicembre e la fornitura "effettiva" accompagnata da Ddt avverrà esempio il 10 Gennaio 2011 sarebbe tutto regolare ??
    Ma come potrebbe allora il mio fornitore iscrivere in fattura il riferimento del Ddt oggetto della consegna se la fattura viene emessa prima ??
    Non è forse obbligatorio nelle fatture differite riportare puntualmente il numero e la data del documento di trasporto relativo ??

    L'Iva sugli acquisti comunque me la scarichererei nella liquidazione di Dicembre giusto ?? (in quanto di fatto ho già in mano la fattura)
    E il costo invece ?? Lo devo registrare di competenza solo quando arriverà fisicamente la merce a Gennaio 2011 e passerà ufficialmente la proprietà del bene nel deposito dell'acquirente ??


    Grazie infinite per le delucidazioni
    Scriverà sul ddt: merce già fatturata: rif. fattura n.____. Naturalmente la registrazione della fattura ricevuta, a cavallo d'anno, se interamente pagata, avrà natura di acconto a fornitore. Si segue il principio di competenza e, pertanto, il costo verrà rilevato all'atto della consegna, essendo bene mobile.
    Ultima modifica di ergo3; 29-11-10 alle 07:54 AM
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  5. #5
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,218

    Predefinito

    Alla domanda ?
    Può anche dirmi se esistono dei tempi di emissione del Ddt relativo oppure no ?
    La risposta è: il DDT deve essere emesso nel giorno in cui inizia il trasporto.

    Alla domanda:

    Ossia se mi emettono fattura il 15 Dicembre e la fornitura "effettiva" accompagnata da Ddt avverrà esempio il 10 Gennaio 2011 sarebbe tutto regolare ?
    La risposta è: credo di aver già risposto di si nel precedente post.

    Al dubbio:

    Ma come potrebbe allora il mio fornitore iscrivere in fattura il riferimento del Ddt oggetto della consegna se la fattura viene emessa prima ?
    La risposta è: non va inserito nella fattura emessa anticipatamente rispetto al consegna documentata da DDT il riferimento al DDT emesso successivamente, perchè non si tratta di vendita con fatturazione differita, ma di vendita con fatturazione immediata con trasporto successivo. E quindi in questo caso nella fattura non ci sono gli estremi del DDT.

    Alla domanda:

    L'Iva sugli acquisti comunque me la scarichererei nella liquidazione di Dicembre giusto ?
    La risposta è: Si.

    Alla domanda:

    E il costo invece ? Lo devo registrare di competenza solo quando arriverà fisicamente la merce a Gennaio 2011 e passerà ufficialmente la proprietà del bene nel deposito dell'acquirente ?
    La risposta è: a mio giudizio, il costo è di competenza dell'anno 2010, perchè nulla le vieta di vendere legittimamente anche qualcosa che fisicamente non ha ancora in magazzino. L'anno 2010 è l'anno in cui si effettua l'evento traslativo della proprietà a prescindere dalla consegna dele merce.

    Diversamente, ad esempio, tutte le vendite fatte su catalogo sarebbero a rilevanza economica posticipata ed è ovvio che un conto è il flusso fisico della merce (agli effetti della sola contabilità di magazzino) ed un altro è il flusso economico (agli effetti della comptenza di costi e ricavi).

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  6. #6
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,853

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio

    La risposta è: a mio giudizio, il costo è di competenza dell'anno 2010, perchè nulla le vieta di vendere legittimamente anche qualcosa che fisicamente non ha ancora in magazzino. L'anno 2010 è l'anno in cui si effettua l'evento traslativo della proprietà a prescindere dalla consegna dele merce.


    Saluti
    Sull'ultimo punto, visto che mi è capitato un caso analogo, essendo la merce, ancorchè fatturata, non consegnata al 31/12, rilevandone il costo a fine anno e supponendo di non averne effettuatao la rivendita (merce, di fatto, in deposito presso terzi), potrei o non potrei riamandarne la competenza ad esercizio successivo mediante il meccanismo delle rimanenze?
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  7. #7
    alex81x è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    53

    Predefinito

    Mi scusi Dott.Larocca ma non si potrebbe invece registrare tutto come acconto nel 2010 e a costo di competenza nel 2011 ??
    Come sosteneva l'altro utente Ergo nella discussione...
    Francamento non sapevo che neanche esistesse una fattura immediata con consegna differita ! ....è una fattispecie contabile che non avevo mai sentito


    Sarebbe quindi contabilmente e fiscalmente sbagliato fare come scrivo sopra ??

    L'effettiva proprietà del bene non la si ha con la consegna fisica dello stesso ??

    Non capisco proprio come possa "bastare" solo la fattura ai fini della registrazione del costo di competenza, se la merce non esiste affatto in mano all'acquirente !


    Grazie ancora

  8. #8
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,218

    Predefinito

    Non posso che ribadire quello che ho detto, con ciò significando che a mio giudizio nel caso di specie non ricorre un ipotesi di acconto che presuppone un movimento finanziario in entrata (in uscita per l'acquirente) che va giustificato fiscalmente, anteposto alla stipula del contratto di compravendita. Ma si tratta di un'altra questione diversa rispetto a quella dibattuta.

    L'effetto traslativo della proprietà potrebbe intervenire in un momento antecedente alla consegna materiale del bene. Tant'è che l'art. 109 del TUIR (sotto il profilo fiscale) lo pone come eccezione alla competenza basata sulla data di consegna o spedizione, utilizzando proprio l'espressione (omiss.. ovvero se diversa o successiva alla data in cui si verifica l'effetto traslativo o costitutivo della proprietà o di altro diritto reale).

    La proprietà non passa sempre con la consegna del bene quando il contratto di compravendita ha per oggetto cosa futura che però uno può legittimamente impegnarsi a consegnare una volta ottenuta.

    Tutto l'e-commerce funziona in questo modo. Il cliente A compra il bene sul sito di Pippo e-commerce che mi fa vedere un catalogo di prodotti con i prezzi da pagare.
    Il contratto viene concluso il compratore diventa proprietario della merce e paga il prezzo con bonifico o con carta di credito o con bollettino postale. A questo Pippo e-commerce invia l'ordine d'acquisto alla Tale dei Tali S.p.A. (azienda di produzione o di distribuzione all'ingrosso) del bene che gli è stato ordinato dal cliente A, con la possibilità che Pippo e-commerce, che non ha magazzino fisico, ordini a TAle dei Tali S.p.A. di consegnare direttamente il bene al cliente A.

    Nella fattura emessa da Pippo e-commerce non c'è nessun riferimento al documento di consegna. Ciò non toglie che la fattura di vendita non esprime certo un acconto, ma una fornitura definitiva con consegna da eseguire.

    A mio giudizio, qui le rimanenze non c'entrano nulla.

    Ogni altra soluzione prospettata non mi sembra condivisibile.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  9. #9
    ergo3 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    (Ba)
    Messaggi
    1,853

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio

    A mio giudizio, qui le rimanenze non c'entrano nulla.

    Ogni altra soluzione prospettata non mi sembra condivisibile.

    Saluti
    Posto che condivido l'impostazione da lei descritta della fattispecie, mi rimane il dubbio su quando segue:

    Parlando, per semplificare, di merce destinata alla rivendita, vorrei capire perchè le rimanenze non c'entrano nel caso in cui imputassi la merce acquistata, ancorchè non ricevuta, a costo dell'esercizio nel caso in cui non fosse intervenuta la successiva rivendita entro la fine dell'anno.

    Mi sfugge qualcosa?
    "...sentite ragazzi.. la legge è legge e per quanto possa sembrare strano va rispettata!!"...(Bud Spencer in "Lo chiamavano Trinità")

  10. #10
    alex81x è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    53

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ergo3 Visualizza Messaggio
    Posto che condivido l'impostazione da lei descritta della fattispecie, mi rimane il dubbio su quando segue:

    Parlando, per semplificare, di merce destinata alla rivendita, vorrei capire perchè le rimanenze non c'entrano nel caso in cui imputassi la merce acquistata, ancorchè non ricevuta, a costo dell'esercizio nel caso in cui non fosse intervenuta la successiva rivendita entro la fine dell'anno.

    Mi sfugge qualcosa?
    Si sinceramente qualcosa sfugge anche a me ai fini della competenza del costo caro Ergo !

    Bisognerebbe stornare qualcosa in sede di scritture di assestamento ?
    Forse si potrebbe fare(registrare il costo totalmente di competenza) se la merce (anche se fisicamente non ancora giunta nel deposito del compratore) fosse stata anche realmente rivenduta ad un terzo !

    Cosa ne pensate ??
    Ultima modifica di alex81x; 29-11-10 alle 10:59 AM

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Prima Fattura><Prima Apocalisse (Regime dei Minimi).
    Di cintac nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-01-12, 10:03 AM
  2. Emissione fattura
    Di tonyp nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-01-12, 07:20 PM
  3. Emissione fattura
    Di RAGGG. nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-12-09, 11:24 AM
  4. emissione fattura
    Di pipelly nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-09-09, 05:24 PM
  5. Emissione di fattura
    Di ROSANNA nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-01-09, 11:51 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15