Vorrei chiedervi un consiglio e Vi ringrazio anticipatamente:
il socio (20%) di una S.r.l. partecipa all'assemblea di approvazione bilancio 2010, durante i lavori di assemblea chiede e riceve informazioni su alcune voci di bilancio, non approva il bilancio e chiede al segretario ed al presidente dell'assemblea di verbalizzare le ragioni del suo diniego all'approvazione. Sia il presidente (che Ŕ l'amm.re unico) che il segretario (che Ŕ il commercialista della societÓ) gli impediscono di verballizzare ma gli concedono di depositare una nota scritta che l'amministratore "riceve come documenti da allegare agli atti" ma non allega al verbale d'assemblea che stampa subito sul registro delle assemblee.
Che fare?
Se il socio presentasse ricorso al giudice non risolverebbe nulla visto i tempi biblici della giustizia civile, ne ha giÓ una in corso per impedito controllo con continui rinvii senza essere stata ancora discussa dal giudice.
Secondo voi se querela l'amministratore non fa prima? Cosa pu˛ ottenere?
Purtroppo gli altri soci e l'amministratore fanno di tutto per tenere fuori dall'azienda il socio in questione, quali possono essere le armi a sua disposizione?