Mi è capitato un caso particolare:
una srl trattiene mensilmente ai dipendenti 50 eur per vitto e alloggio;
sempre mensilmente emette loro una fattura/ricevuta per lo stesso importo
totale (per vitto con imponibile + iva 4%, mentre per l'alloggio esente art. 10).
L’emissione della fattura/ric.fiscale viene fatta per regolarizzare il
corrispettivo relativo alle trattenute per vitto e alloggio.
Che ne pensate di tale procedimento? E' corretto? Io solitamente
consideravo l'importo per vitto a alloggio direttamente all'interno
della nota contabile dei dipendenti! Voi solitamente come vi
comportate? Grazie!

Comunque se ci sono accordi tra la società e il lavoratore, l'emissione della fattura per tali prestazioni può avvenire al termine di un determinato periodo e nel frattempo è prevista la certificazione della prestazione per il tramite di ricevute fiscali con la dicitura “corrispettivo non pagato”.: