Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Calcolo ires cooperativa

  1. #1
    stsimar è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    378

    Predefinito Calcolo ires cooperativa

    Ho un dubbio:

    per una cooperativa che per il primo esercizio non soddisfa i requisiti di mutualità prevalente l'ires è calcolato ancora con le agevolazioni?

    Io presumo di si visto che la perdita del requisito dovrebbe scattare dopo due esercizi consecutivi, ma chiedo un contributo in tale senso.

  2. #2
    stsimar è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    378

    Predefinito

    Provo a chiarire il quesito:

    Per il codice civile una cooperativa perde il requisito di mutualità prevalente dopo due esercizi di mancato rispetto dei limiti previsti dal codice. Il mio problema è: nel primo esercizio in cui tali limiti non sono rispettati come calcolo l'IRES, sempre come cooperativa a mutualità prevalente oppure no?

    L'irap lo deduco oppure no?

  3. #3
    Enrico Larocca è online Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,517

    Predefinito

    Se nel primo esercizio non esistono i requisiti per "la mutualità prevalente", occorre calcolare le imposte come se la cooperativa fosse una normale società di capitali, ovvero senza agevolazioni fiscali.

    Il 2545-octies si occupa del caso in cui avendo i requisiti in precedenza per due esercizi consecutivi gli stessi non sono stati rispettati.

    Quindi, se per un esercizio i requisiti di mutualità previsti dall'art. 2513 del c.c. non esistono o si è proceduto alla modifica delle previsioni staturarie di cui all'art. 2514 del c.c., la coop perde le agevolazioni fiscali.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  4. #4
    stsimar è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    378

    Predefinito

    In questo caso, per il 2009 è stato dichiarato di avere rispettato i requisiti di mutualità prevalente.

    Quindi se ho capito: per il 2010, primo dei due anni, posso calcolare l'ires con le agevolazioni; se nel 2011 non ci saranno ancora i requisiti passerò al calcolo con il regime normale.

    E' corretto?

  5. #5
    Enrico Larocca è online Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,517

    Predefinito

    Se nel 2009 indipendetemente dalle dichiarazioni fatte non c'erano i requisiti io applicherei nel 2010 le regole ordinarie di tassazione non sussistendo le condizioni di mutualità prevalente nel biennio precedente.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  6. #6
    stsimar è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    378

    Predefinito

    Ho verificato e la situazione è questa:

    coop costituita nel 2008. 2008 e 2009 dichiarato l'obiettivo di mutualità ma con ricavi e costi a zero in quanto di fatto inattiva.

    Il 2010 è il primo esercizio operativo e i limiti non sono stati rispettati.

    Che cosa mi consiglia?

  7. #7
    Enrico Larocca è online Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,517

    Predefinito

    Beh esiste un biennio precedente (2008-2009) con valori a zero.

    Quindi non esiste una condizione di prevalenza del rapporto mutualistico (visto che tutto è a zero nel biennio 2008-2009) che consente di fruire delle agevolazioni.

    Per cui, a mio giudizio, la tassazione nel 2010 deve essere ordinaria.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  8. #8
    stsimar è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    378

    Predefinito

    Però neanche il mancato rispetto dei requisiti...ma allora perchè il mio predecessore ha scritto in nota integrativa che "la cooperativa ha realizzato anche nel corso del 2009 l'obiettivo mutualistico e i criteri seguiti per il suo conseguimento sono costituiti dalla distribuzione dei servizi acquisiti da svolgere, nei confronti dei soci lavoratori...."

    Questo è il dubbio per cui non so se applicare l'agevolazione (considerando il 2010 il primo esercizio di non raggiungimento dello scopo mutualistico) oppure tassare ordinariamente (a meno del 3% e del 30% a riserva indivisibile)

  9. #9
    Enrico Larocca è online Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,517

    Predefinito

    Quello che uno scrive va valutato alla luce dei fatti e si può scrivere tutto e il contrario di tutto.

    Quanto alla sua affermazione
    Però neanche il mancato rispetto dei requisiti.
    dove sta la prevalenza (in termini %) del rapporto mutualistico sulle attività cosidette estranee ?

    Faccio un esempio:

    Se ricorre il caso di una cooperativa di produzione e lavoro e i dati del costo del lavoro sono:

    - 100.000 Euro (soci lavoratori)
    - 50.000 Euro (costo del lavoro soggetti non soci)

    avremo che:

    su un costo del lavoro complessivo di 150.000 Euro 2/3 del costo del lavoro proviene dai soci; mentre 1/3 del costo del lavoro proviene da soggetti non soci.

    La cooperativa è a mutualità prevalente in questo caso senza ombra di dubbio.

    Se, invece, come nel suo caso, ipotizzando che si tratti di una cooperativa di produzione e lavoro, abbiamo tutti valori nulli (zero) sia per il costo del lavoro dei soci che per quello dei non soci, non c'è una prevalenza del primo sul secondo, ma una condizione paritetica che non è quella richiesta dall'art. 2513 del cod. civ. che richiede la prevalenza.

    Per un approfondimento le segnalo quest'articolo sul sito, da me scritto alcuni anni fa, che tratta il tema della mutualità prevalente nelle cooperative.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  10. #10
    damasco è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    208

    Predefinito

    Salve a tutti... mi intrufolo in questa discussione
    una cooperativa Costituita nel 2012 ( novembre) rimasta inattiva fino al 31/12/2012
    Inizio attività nel febbraio 2013..... dove i soci lavoratori sono stati inquadrati come artigiani e prima dell'inquadramento è stato inviato il regolamento alla DTL COMPETENTE
    Come bisogna giustificare in bilancio?
    NEL 2012 SI PROCEDE A TASSAZIONE ORDINARIA?
    Mordere ma non Demordere

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Rimborso IRES da maggior deduzione IRAP su costi del personale calcolo
    Di roby nel forum Le utilità del Commercialista telematico
    Risposte: 153
    Ultimo Messaggio: 06-03-13, 10:25 AM
  2. Dubbio calcolo acconti IRES e IRAP
    Di Alexao8512 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-07-12, 09:04 PM
  3. Cooperativa agricola: tassazione IRES
    Di batclick2003 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-04-11, 06:07 PM
  4. Calcolo IRES/IRAP.
    Di danyjet nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-02-10, 10:52 AM
  5. calcolo ires
    Di paola73 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-05-09, 09:57 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15