Buonasera.

Vi espongo i fatti. Nel 2009 ho emesso fattura per riparazione di un autovettura. Mi è stata correttamente pagata. Dopo meno di un anno l'autovettura si è guastata ed è stato riscontrato un vizio nel pezzo di ricambio che avevo montato. Il cliente si trovava in viaggio e si è fatto sostituire il motorino di avviamento da un altra autofficina.

Mi ha portato però il pezzo di ricambio difettoso. Ho provveduto a fare il reclamo al rivenditore che mi ha debitamente defalcato il costo. Ora devo rimborsare il cliente.

Per l'erario questo rimborso non rileva perché non è controproducente nel senso che è stata versata più iva. E' passato più di un anno dall'effettuazione (calcolate che ho dovuto aspettare il rimborso da parte del rivenditore e i tempi si sono allungati) della operazione relativa. Che cosa devo fare?

Devo emettere nota di accredito per l'importo del pezzo di ricambio + ovviamente iva al 20%.

Non devo emettere nulla? In questo caso dovrò scrivere quantomeno una dichiarazione che attesti la restituzione dei soldi al cliente.

Vi ringrazio in anticipo chi vorrà delucidarmi in merito.