Salve,
sono un neo-commercialista.
Vorrei cortesemente sapere se secondo voi, o meglio se sia fattibile o no, quanto sto per illustrare ed ipotizzare.
Attualmente sono iscritto all' Albo e aperto partita iva come commercialsita e quindi iscritto alla Cassa previdenza.
Non avendo ancora 35 anni di etā non sono tenuto a versare i contributi minimi alla Cassa per i primi 3 anni di attivitā.
Qualora , gli affari non dovessero andare bene o meglio dovessero andare male...,
e decidessi comunque di continuare nel mantenere lo studio professionale;
potrei cancellarmi dall' Albo !? e cambiare, per forza di cose, l' attivitā della partita iva ( scegliendo un codice attivitā diverso ma sempre inerente alla consulenza economica, che sia soggetto "solo" a gestione separata inps senza nessun contributo minimo) e quindi non iscrivermi alla Cassa...?
Potrei, in alternativa, continuare ad essere iscritto all' albo, ma al contempo avere partita iva non con codice attivitā "servizi offerti da dottori commercialsiti"? , e quindi non obbligo di Cassa?
E un altra cosa, quali sono le manzioni che potrei comunque continuare a svolgere pur non essendo iscritto all albo, esempio tenuta contabilitā?
e quali quelle che non potrei svolgere? esempio liquidazione di un impresa?
Grazie e scusate la domanda "egocentrica"