Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Chiarimenti:ammortamento beni in leasing riscattati e riporto a nuovo perdite fiscali

  1. #1
    fizz Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    119

    Predefinito Chiarimenti:ammortamento beni in leasing riscattati e riporto a nuovo perdite fiscali

    Salve a tutti! Innanzitutto, complimenti per il forum!
    Avrei bisogno di chiarire un paio di dubbi, come da titolo.

    Il primo riguarda l'ammortamento di beni in leasing riscattati. Poniamo il caso di un bene in leasing finanziario; al termine del leasing, la societÓ avrÓ la possibilitÓ di riscattare il bene (ad esempio, un macchinario), pagando una somma a titolo di riscatto. Questo fa sý che il bene entri a far parte dei beni dell'impresa e debba essere sottoposto ad ammortamento sistematico. Orbene, nell'anno in cui viene effettuato il riscatto, si inizia ad ammortizzare il bene, per esempio applicando un'aliquota economico-tecnica del 10%. Questo Ŕ il primo anno in cui viene effettuato l'ammortamento del bene riscattato.
    Fiscalmente, l'esercizio in cui inizia l'ammortamento Ŕ anche riconosciuto come il primo, pertanto le aliquote fiscali da applicare vanno dimezzate, oppure Ŕ riconosciuto come un esercizio successivo al primo, in quanto parte del costo si considera giÓ ammortizzato in passato attraverso il pagamento dei canoni di leasing?
    Spero di essermi spiegato in modo sufficientemente chiaro.

    Il secondo dubbio riguarda il riporto a nuovo delle perdite fiscali.
    Se si ha una perdita fiscale in un esercizio, ma non si decide di iscrivere le imposte anticipate relative a tale perdita, la perdita Ŕ, comunque, riportabile agli esercizi successivi, in modo da ridurre il reddito imponibile degli anni successivi nei limiti dell'80% per recuperare la perdita? Oppure il non iscrivere le imposte anticipate implica anche l'impossibilitÓ di riportare la perdita fiscale agli esercizi futuri?

    Grazie mille.
    Ultima modifica di fizz; 27-01-12 alle 12:51 PM

  2. #2
    shailendra Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    LocalitÓ
    Bergamo
    Messaggi
    3,394

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fizz Visualizza Messaggio
    Salve a tutti! Innanzitutto, complimenti per il forum!
    Avrei bisogno di chiarire un paio di dubbi, come da titolo.

    Il primo riguarda l'ammortamento di beni in leasing riscattati. Poniamo il caso di un bene in leasing finanziario; al termine del leasing, la societÓ avrÓ la possibilitÓ di riscattare il bene (ad esempio, un macchinario), pagando una somma a titolo di riscatto. Questo fa sý che il bene entri a far parte dei beni dell'impresa e debba essere sottoposto ad ammortamento sistematico. Orbene, nell'anno in cui viene effettuato il riscatto, si inizia ad ammortizzare il bene, per esempio applicando un'aliquota economico-tecnica del 10%. Questo Ŕ il primo anno in cui viene effettuato l'ammortamento del bene riscattato.
    Fiscalmente, l'esercizio in cui inizia l'ammortamento Ŕ anche riconosciuto come il primo, pertanto le aliquote fiscali da applicare vanno dimezzate, oppure Ŕ riconosciuto come un esercizio successivo al primo, in quanto parte del costo si considera giÓ ammortizzato in passato attraverso il pagamento dei canoni di leasing?
    Spero di essermi spiegato in modo sufficientemente chiaro.

    Il secondo dubbio riguarda il riporto a nuovo delle perdite fiscali.
    Se si ha una perdita fiscale in un esercizio, ma non si decide di iscrivere le imposte anticipate relative a tale perdita, la perdita Ŕ, comunque, riportabile agli esercizi successivi, in modo da ridurre il reddito imponibile degli anni successivi nei limiti dell'80% per recuperare la perdita? Oppure il non iscrivere le imposte anticipate implica anche l'impossibilitÓ di riportare la perdita fiscale agli esercizi futuri?

    Grazie mille.
    1) l'anno del riscatto Ŕ considerato il 1░ anno, aliquota del 50%
    2) l'imputazioni delle imposte anticipate Ŕ ininfluente ai fini del riporto delle perdite
    "Come spieghereste a un bambino che cos'Ŕ la felicitÓ?" "Non glielo spiegherei. Gli darei un pallone per farlo giocare" D. Solle

  3. #3
    fizz Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    119

    Predefinito

    Grazie mille!

  4. #4
    fizz Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    119

    Predefinito

    Ancora una domanda sul leasing, in particolare sul lease-back... la plusvalenza che si genera sulla vendita di un bene per poi riacquisirlo mediante leasing va ripartita, per una societÓ, sugli anni di durata del contratto di leasing (esempio 5 anni), mentre fiscalmente Ŕ tassabile in 5 anni al massimo, se non erro.
    La domanda Ŕ: se il lease-back avviene il 1 luglio, ad esempio, civilisticamente occorre calcolare il pro quota della plusvalenza (ad esempio, plusvalenza di 100, ripartita su 10 anni sono 100 all'anno, ma il primo anno devo contare solo 5, essendo avvenuta la vendita il 1 luglio?) oppure non si calcola il pro quota e si mette 10 anche il primo anno?
    Poi fiscalmente avr˛ delle imposte anticipate, per˛ dovrei sapere come considerare la plusvalenza civilisticamente il primo anno, per capire quale variazione in aumento fare...
    Grazie

  5. #5
    Enrico Larocca Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    LocalitÓ
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fizz Visualizza Messaggio
    Ancora una domanda sul leasing, in particolare sul lease-back... la plusvalenza che si genera sulla vendita di un bene per poi riacquisirlo mediante leasing va ripartita, per una societÓ, sugli anni di durata del contratto di leasing (esempio 5 anni), mentre fiscalmente Ŕ tassabile in 5 anni al massimo, se non erro.
    La domanda Ŕ: se il lease-back avviene il 1 luglio, ad esempio, civilisticamente occorre calcolare il pro quota della plusvalenza (ad esempio, plusvalenza di 100, ripartita su 10 anni sono 100 all'anno, ma il primo anno devo contare solo 5, essendo avvenuta la vendita il 1 luglio?) oppure non si calcola il pro quota e si mette 10 anche il primo anno?
    Poi fiscalmente avr˛ delle imposte anticipate, per˛ dovrei sapere come considerare la plusvalenza civilisticamente il primo anno, per capire quale variazione in aumento fare...
    Grazie
    Civilisticamente deve seguire lo sviluppo economico-contrattuale del lease-back, a prescindere dalle limitazioni temporali poste dal Fisco. Se si genera un differimento di deducibilitÓ dovrÓ appostare le Imposte anticipate.

    Per un approfondimento per abbonati ai servizi del sito Ŕ disponibile il seguente articolo.

    Saluti
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 01-02-12 alle 02:40 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno Ŕ artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  6. #6
    fizz Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    119

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Civilisticamente deve seguire lo sviluppo economico-contrattuale del lease-back, a prescindere dalle limitazioni temporali poste dal Fisco. Se si genera un differimeno di deducibilitÓ dovrÓ appostare le Imposte anticipate.
    Quindi si "spalma" la plusvalenza calcolando il pro quota? tipo un ammortamento di un bene acquisito il 1 luglio, che Ŕ dimezzato, in quanto la competenza Ŕ di 6 mesi su 12?

  7. #7
    Enrico Larocca Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    LocalitÓ
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fizz Visualizza Messaggio
    Quindi si "spalma" la plusvalenza calcolando il pro quota? tipo un ammortamento di un bene acquisito il 1 luglio, che Ŕ dimezzato, in quanto la competenza Ŕ di 6 mesi su 12?
    Si, ma credo di averlo giÓ detto.

    Per l'ammortamento attenzione all'applicazione, anche in questo caso del pro-rata temporis indipendentemente dalla misura di deducibilitÓ fiscale consentita.
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 01-02-12 alle 02:43 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno Ŕ artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  8. #8
    fizz Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    119

    Predefinito

    Grazie, ho capito!

Discussioni Simili

  1. Nuovo regime di riporto delle perdite in presenza di regime di consolidato fiscale
    Di Balduz nel forum Manovre fiscali, legge stabilitÓ e Finanziarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-12, 02:27 PM
  2. Beni leasing riscattati rigo F29 campo 3
    Di papacla nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-09-11, 12:42 PM
  3. Riporto perdite fiscali
    Di bananazoo nel forum Altri argomenti
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 24-11-10, 06:50 PM
  4. Riporto a nuovo di perdite
    Di GiovanniGTS nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-05-07, 12:20 PM
  5. Riporto a nuovo di perdite
    Di GiovanniGTS nel forum Le utilitÓ del Commercialista telematico
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-05-07, 12:20 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15