Un contratto di locazione commerciale con durata 6+6 prevede l'aggiornamento ISTAT annuale.
Non c'è scritto che il calcolo avverrà automaticamente a cura del conduttore e nemmeno che il locatore può farne richiesta inviando la raccomandata, ma si dice "sarà aggiornato annualmente nella misura del 75% della variazione...".
Il proprietario per i primi due anni non ha rivendicato tale aggiornamento.
Oggi vuole farlo...Intanto, la scadenza annuale era al 01.07.2012; è stato effettuato il calcolo e il versamento dell'imposta di registro per tutto il nuovo anno sulla base del vecchio canone non aggiornato...

1. si può in tale situazione aggiornare il canone con la variazione ISTAT dopo la scadenza e dopo il versamento dell'imposta di registro?
2. se si, occorre integrare con lo stesso codice tributo l'imposta di registro per il 2% sull'aumento di canone per tot. numero di mesi restanti?
3. la base di calcolo della variazione può essere il canone attuale aumentato delle variazioni degli anni precedenti, nei quali non si è calcolato?

Grazie