Ho un dubbio: un artigiano, che svolge come attività secondaria e marginale il commercio al minuto, può assumere un incarico di addetto alle vendite (commesso) part-time in un negozio di terzi, per un breve periodo, inquadrando anche questa attività all'interno del suo lavoro autonomo e quindi emettendo fattura al proprietario del negozio (ovviamente, sempre che l'attività artigiana resti prevalente per non perdere la qualifica)?