Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: Contabilizzazione Detrazione 55%

  1. #1
    grazioli è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1

    Predefinito Contabilizzazione Detrazione 55%

    Una srl ha fatto spese che godono della detrazione del 55%.
    Contabilmente le ha capitallizzate ad incremento del valore dell'immobile.

    Ai fini del bilancio 2007 come si contabilizza la detrazione calcolata sulle spese?

    Grazie

    Attilio

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Bella domanda !!

    Ci penso, e poi te lo dico !

    Citazione Originariamente Scritto da grazioli Visualizza Messaggio
    Una srl ha fatto spese che godono della detrazione del 55%.
    Contabilmente le ha capitallizzate ad incremento del valore dell'immobile.

    Ai fini del bilancio 2007 come si contabilizza la detrazione calcolata sulle spese?

    Grazie

    Attilio

  3. #3
    rscure è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    71

    Predefinito

    la fattispecie rientra nei contributi c/impianti, dato che vige una legge specifica in materia, contabilmente si applica il principio n.16

    Scurelli Dott.Raffaele

  4. #4
    Ornella P. è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    168

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da rscure Visualizza Messaggio
    la fattispecie rientra nei contributi c/impianti, dato che vige una legge specifica in materia, contabilmente si applica il principio n.16

    Scurelli Dott.Raffaele
    Mi attacco a questo post perchè, se tale detrazione deve essere considerata contributo in conto impianti, mi piacerebbe sapere quali sono le scritture contabili da fare.

    Grazie

  5. #5
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    Ne parlammo anche al corso master di Messina col dottore Sciuto.

    Si pervenne alla conclusione se non ricordo male di effettuare queste scritture


    Al sorgere del credito
    Credito risp. energetico 55% a provento non tassabile

    Al momento del pagamento delle imposte
    Debiti IRES a diversi ossia Banca C/C e Credito risp. energetico.

    Il costo sostenuto che fa beneficiare della detrazione va capitalizzato.

    Perché provento non tassabile? Perché la generazione del credito esula da un beneficio patrimoniale in capo all'immobile nel senso che trattasi di una agevolazione calcolata sull'investimento (risparmio energetico) e che muore li non essendoci possibilità per l'eventuale incapienza del bonus rispetto al debito IRES dell'anno di riporto a nuovo.

    Altri pareri?
    “Commercialista Telematico. Né SKY, né RAI. Abbonarsi conviene. ”.

    Lavora facile con qualità e risparmio. Lavora CONTABILE TELEMATICO

  6. #6
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Contabile Visualizza Messaggio

    Altri pareri?
    Forse ricordo male, ma dopo varie discussioni avevamo concluso che si poneva il problema della certezza del componente positivo di reddito, e quindi che il beneficio non poteva essere iscritto.

    Pertanto, la mia conclusione era che le scritture da fare fossero semplicemente

    Ires @ debiti per Ires

    per l'importo già al netto della detrazione di imposta.

    Però mi piacerebbe sapere come si stanno comportanto altri colleghi, e, ovviamente, perchè.

    ciao

  7. #7
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    Allego quanto rispostomi dall'amico collega dott. Malagoli, che ringrazio, cui ho richiesto un parere in merito

    La questione è effettivamente rilevante e la soluzione dovrebbe dipendere dal capire se esiste e quale sia la differenza tra una detrazione d'imposta ed un credito d'imposta.
    Personalmente ritengo che essendo un beneficio economico che riceve una impresa, che addirittura abbatte un Suo debito, esso deve avere piena rappresentazione a bilancio esattamente come si fa per gli altri crediti d'imposta ricevuti (CSSN e carbon tax o accise degli autotrasportatori o la nuova ricerca e sviluppo ecc.).
    Assimilandolo ad un credito d'imposta, seppur formalmente erogato ad abbattimento delle imposte e quindi a primo acchito in conto esercizio da classificare a rettifica della voce 22 del C.E., ritengo si tratti nella sostanza di un contributo in conto impianti in quando assolutamente discendete da essi.
    Le tecniche in questo caso sono solitamente le due classiche (escludo le varianti):
    - capitalizzazione dell'investimento al costo storico rettificato dal contributo con conseguenti minori ammortamenti
    - capitalizzazione del costo lordo, utilizzo della tecnica del risconto passivo e contrapposizione nel corso del periodo d'ammortamento nelle voci B.10 di ammortamenti a quote di contributo.
    Da altro canto si registrerebbe un credito (o minor debito) vero e proprio verso l'erario da scomputarsi nei periodi di detrazione.
    Logicamente la questione si complicherebbe e dovrebbe coinvolgere le sopravvenienze allorquando l'impresa fosse in perdita e la detrazione andasse persa.
    “Commercialista Telematico. Né SKY, né RAI. Abbonarsi conviene. ”.

    Lavora facile con qualità e risparmio. Lavora CONTABILE TELEMATICO

  8. #8
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Contabile Visualizza Messaggio
    Logicamente la questione si complicherebbe e dovrebbe coinvolgere le sopravvenienze allorquando l'impresa fosse in perdita e la detrazione andasse persa.[/I]

    Appunto ....

  9. #9
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    Altra risposta pervenuta che segnalo e ringrazio l'autore dott. TURRI.

    Occorre evidenziare che trattandosi di una detrazione dalle imposte sul reddito, e non di un credito d'imposta, presupposto per godere del beneficio è avere capienza d'imposta e, pertanto, in primo luogo essere un soggetto passivo IRPEF o IRES (Risoluzione Agenzia Ent. Dir. Centr. Normativa e contenzioso 05-02-2008, n. 33/E ). Nel modello Unico SC 2008 la detrazione dovrà essere evidenziata nel quadro RN e nel quadro RS. I titolari di reddito d'impresa calcolano la detrazione sull'imponibile, poiché salvo limitazioni soggettive, hanno diritto alla detrazione dell'IVA. A livello contabile la manutenzione straordinaria può essere capitalizzata come onere pluriennale o iscritta come incremento di valore dell'immobile. L'opportunità su come procedere a livello contabile deve necessariamente tener conto oltre che dei principi civilistici di capitalizzazione dei costi anche delle previsioni di reddito future e dell'incidenza del costo ai fini degli studi di settore. Per quanto attiene il bonus, trattandosi di una detrazione d'imposta, può esserne data evidenza attraverso la riduzione del debito IRES di competenza dell'anno. La detrazione va scomputata dalle imposte carico del beneficiario, che pertanto deve avere redditi capienti a generare imposte superiori. La detrazione eccedente l'IRES di competenza non costituisce un credito riportabile a nuovo. La contropartita contabile può essere rappresentata da un provento non imponile e non da un contributo in conto impianti in quanto non si tratta di un provento in denaro o in natura né di un credito d'imposta.
    “Commercialista Telematico. Né SKY, né RAI. Abbonarsi conviene. ”.

    Lavora facile con qualità e risparmio. Lavora CONTABILE TELEMATICO

  10. #10
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    154

    Predefinito

    mi inserisco nella discussione, nell'ultimo intervento di "Contabile" non capisco se il costo del bene deve essere ridotto sulla falsariga dei contributi c/impianti, ovvero faccio l'ammortamento sul bene comprensivo della spese incrementativa (quella che da origine al 55%) e in aggiunta mi detraggo il 55% in dichiarazione

    Grazie

Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Contabilizzazione Ri.Ba
    Di Benny86 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-02-13, 05:23 PM
  2. Contabilizzazione ICI
    Di trippy74 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23-03-10, 03:34 PM
  3. contabilizzazione FONDO EST
    Di alessio72 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-01-10, 08:23 PM
  4. Contabilizzazione contributi
    Di marinocom1 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 15-03-09, 05:56 PM
  5. Contabilizzazione TFR
    Di pircar nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-04-08, 12:59 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15