Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Fatturazione depositi per servizi di propaganda tramite coupon

  1. #1
    Scodman_75 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    1

    Predefinito Fatturazione depositi per servizi di propaganda tramite coupon

    Salve a tutti,

    il caso che vorrei sottoporvi è quello di una società che effettua pubblicità online ad esercizi commerciali convenzionati (con il sistema dei coupon). Qualora i visitatori del sito della società si rechino effettivamente presso gli esercizi commerciali, avendo essi prenotato la prestazione dell'esercente tramite questa sorta di buono/coupon, la società emittente ha diritto a ricevere un compenso per il servizio di pubblicità che ha fatto agli esercenti, emettendo regolare fattura per tali compensi. Questo meccanismo si differenzia quindi in parte da quello più conosciuto di Groupon, nel quale gli utilizzatori finali pagano l'importo della prestazione a Groupon ed è quest'ultima a retrocedere agli esercenti il valore dei coupon stessi, potendo trattenere i propri compensi.

    Ciò che interessa approfondire a me è la possibilità per la società emittente (stante il fatto che di solito le fatture per i propri compensi sono di piccolo importo, e i suoi clienti - che sono gli esercenti - tendono talvolta a non pagarle) di chiedere ai propri clienti un anticipo, o deposito, o come lo vogliamo chiamare, una sorta di credito prepagato insomma, da cui poi scalare i compensi dell'emittente via via che maturano (e che vengono, come detto, fatturati singolarmente dopo l'effettivo utilizzo del coupon). All'esaurimento del credito, ci sarebbe una "ricarica", mentre, nel caso non avvengano operazioni (cioè se nessuno si presenta presso gli esercizi commerciali munito di coupon dell'emittente), quel deposito potrebbe venire restituito, alla stregua di una cauzione.

    La mia domanda è: stante che per il fisco, in questo tipo di attività (vedasi risoluzione 21/E del 22/2/2011), l'obbligo di fatturazione per la società emittente sorge solo al momento dell'effettivo utilizzo (riscatto) del coupon, confermate che anche nel caso di questo "deposito/credito prepagato" non c'è l'obbligo per la società di emettere fattura per le somme ricevute in anticipo? Giuridicamente, possono essere inquadrate come un deposito cauzionale (il mio dubbio è: sicuramente lo diventa nel caso in cui viene restituito tal quale alla fine, ma quando si scalano da quello le provvigioni per l'utilizzo dei coupon, non è questo un fatto incompatibile con il concetto di "deposito cauzionale", che dovrebbe rimanere integro?) o devono essere trattate come un'altra fattispecie (per esempio, che so, la caparra confirmatoria)? E se sì, quale?

    Grazie mille anticipatamente a chi saprà darmi una risposta.
    Ultima modifica di Scodman_75; 01-09-15 alle 11:51 AM

Discussioni Simili

  1. Fatturazione servizi idraulico
    Di cesabas nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-11-13, 03:20 PM
  2. Francia: GIP e fatturazione servizi
    Di La matta nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-07-13, 05:39 PM
  3. Fatturazione soc. di servizi
    Di Giuseppe01 nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-03-11, 11:28 AM
  4. Sponsorizzazione tramite servizi
    Di Gontur nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-09-09, 08:50 AM
  5. Deduzione Irpef Pubblicita e Propaganda
    Di nellyvasco nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-02-09, 02:09 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15