Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Cassa Srl unipersonale altissima

  1. #1
    studio.olde è offline Member
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    50

    Predefinito Cassa Srl unipersonale altissima

    Buongiorno a tutti i colleghi,
    premetto che sto seguendo la contabilità di una Srl unipersonale (panificio, catering, pasticceria) che per anni non ha fatto la prima nota trovandosi in una situazione di cassa esponenzialmente alta (parliamo di circa 100 mila euro) dovuta a prelievi del socio senza alcuna giustificazione e per questioni assolutamente personali: da un anno provvedo io a farla e la cassa tra dare e avere non è aumentata ma, ovviamente, non è diminuita.
    Ovviamente non è un rargomento oggetto di studio e ho girato diversi forum e gruppi di discussione che prevedono soluzioni più o meno valide a mio avviso.
    Immaginando che anche voi vi siate trovati in situazioni simili, elenco le diverse opportunità prospettate da colleghi nei vari forum chiedendo, secondo il vostro parere, quale sia quella meno "dolorosa" e comunque che abbia una certa liceità:
    1) CREDITI VS SOCI AMMINISTRATORI A CASSA
    2) INSUSSISTENZE PASSIVE NON DEDUCIBILI A CASSA
    3) PRELEVAMENTO C/UTILI A CASSA (ovviamente nei limiti di utile effettivamente esistente a fine anno e con movimenti inferiori ai 1.000 euro trattandosi del bilancio in chiucura al 31.12.2015
    Qualche collega ha anche proposto soluzioni che io definisco "amene" tipo: lasciala così e dici che li ha a casa (ovviamente da scartare). Io sarei quasi tentato a rimettere il mandato. Tra le altre cose, chiedo, non sarei anche obbligato a denunciarlo per antiriciclaggio??
    Ringrazio davvero tantissimo chi volesse darmi un suo contributo di professionalità.

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,597

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da studio.olde Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti i colleghi,
    premetto che sto seguendo la contabilità di una Srl unipersonale (panificio, catering, pasticceria) che per anni non ha fatto la prima nota trovandosi in una situazione di cassa esponenzialmente alta (parliamo di circa 100 mila euro) dovuta a prelievi del socio senza alcuna giustificazione e per questioni assolutamente personali: da un anno provvedo io a farla e la cassa tra dare e avere non è aumentata ma, ovviamente, non è diminuita.
    Ovviamente non è un rargomento oggetto di studio e ho girato diversi forum e gruppi di discussione che prevedono soluzioni più o meno valide a mio avviso.
    Immaginando che anche voi vi siate trovati in situazioni simili, elenco le diverse opportunità prospettate da colleghi nei vari forum chiedendo, secondo il vostro parere, quale sia quella meno "dolorosa" e comunque che abbia una certa liceità:
    1) CREDITI VS SOCI AMMINISTRATORI A CASSA
    2) INSUSSISTENZE PASSIVE NON DEDUCIBILI A CASSA
    3) PRELEVAMENTO C/UTILI A CASSA (ovviamente nei limiti di utile effettivamente esistente a fine anno e con movimenti inferiori ai 1.000 euro trattandosi del bilancio in chiucura al 31.12.2015
    Qualche collega ha anche proposto soluzioni che io definisco "amene" tipo: lasciala così e dici che li ha a casa (ovviamente da scartare). Io sarei quasi tentato a rimettere il mandato. Tra le altre cose, chiedo, non sarei anche obbligato a denunciarlo per antiriciclaggio??
    Ringrazio davvero tantissimo chi volesse darmi un suo contributo di professionalità.
    La soluzione che va adottata è quella che corrisponde alla situazione reale rimasta occulta che è quella di rilevare il tutto come credito verso l'amministratore registrando l'operazione come correzione al dato erroneamente esposto.

    Dopo di che, questo credito dovrà essere gradatamente estinto attraverso la definizione di un compenso periodico in qualità di amministratore, il cui debito dovrà essere compensato con il credito vantato verso l'amministratore.

    La soluzione non è affatto indolore perchè comporta il pagamento di imposte e contributi fino ad oggi omessi, ma la regolarizzazioni si sa sono sempre intrise di oneri.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. srl unipersonale
    Di alexpier nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12-11-15, 04:02 PM
  2. Cassa alta altissima
    Di gnnrvi nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-02-14, 08:35 AM
  3. Srl unipersonale
    Di franco_cz nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-04-12, 02:47 PM
  4. Distinzione cassa contanti da cassa assegni nei corrispettivi
    Di ConsulTM nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-01-12, 08:09 AM
  5. Srl Unipersonale
    Di Ferdy76 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 03-06-09, 02:56 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15