Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1 2 3 4 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 51
Like Tree5Likes

Discussione: Nuovo regime per cassa imprese in contabilità semplificata

  1. #11
    Pincopallino è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    proprio lì
    Messaggi
    406

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fr@ntic Visualizza Messaggio
    Scusa ma siamo "liberi" professionisti per i quali uno degli obiettivi dovrebbe essere quello di aumentare il fatturato e questo può essere fatto sia con l'arrivo di nuovi clienti sia con l'introduzione di nuovi adempimenti; io la vedo alla stregua di una ditta semplificata che passa in ordinaria o di un minimo che esce dal regime.
    Non mi lamento del lavoro (anzi, visto i tempi) mi lamento del maggior lavoro che non posso ribaltare sul cliente e che mi porta a lavorare in perdita oltre alla disorganizzazione nel poterli svolgere non avendo, ad esempio, mai delle date prestabilite fisse che non subiscono continuamente proroghe
    Perdonami ma c'è una bella differenza tra una ditta che passa in ordinaria, che sia per il superamento dei limiti o per opzione. Nel primo caso significa che il fatturato è importante (> di 400k o 700k) per cui pagare un po' di più per la tenuta della contabilità non avrà chissà quale incidenza, nel secondo caso il cliente sceglie di sostenere tale maggior costo quindi il problema non si pone.
    Questa invece è l'ennesima imposizione che arriva dall'alto e certo la richiesta di upgrade delle tariffe non sarà vista di buon occhio (parlo dei miei clienti almeno), poi onestamente inizio a scocciarmi di rivedere ogni anno i prezzi a causa di nuovi adempimenti. Alla fine di qualsisi cosa si tratti agli occhi di un non addetto ai lavori apparirà sempre come una speculazione.

  2. #12
    Fr@ntic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    560

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Pincopallino Visualizza Messaggio
    Perdonami ma c'è una bella differenza tra una ditta che passa in ordinaria, che sia per il superamento dei limiti o per opzione. Nel primo caso significa che il fatturato è importante (> di 400k o 700k) per cui pagare un po' di più per la tenuta della contabilità non avrà chissà quale incidenza, nel secondo caso il cliente sceglie di sostenere tale maggior costo quindi il problema non si pone.
    Questa invece è l'ennesima imposizione che arriva dall'alto e certo la richiesta di upgrade delle tariffe non sarà vista di buon occhio (parlo dei miei clienti almeno), poi onestamente inizio a scocciarmi di rivedere ogni anno i prezzi a causa di nuovi adempimenti. Alla fine di qualsisi cosa si tratti agli occhi di un non addetto ai lavori apparirà sempre come una speculazione.
    Secondo me dipende da noi riuscire a trasmettere queste informazioni al cliente; come ho già scritto per quelli (e sono molti) che hanno ingenti crediti sapere che finalmente le loro imposte deriveranno dagli incassi e non da qualcosa di "virtuale" è un gran vantaggio; concordo comunque con te che queste "novità" vendute solamente come vantaggi non dovrebbero mai essere imposte ma lasciate al libero arbitrio.

  3. #13
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,354

    Predefinito

    Ma.. che poi mi viene un dubbio. Noi abbiamo in studio alcuni clienti, commercianti al minuto, ma immagino che valga per tutti quanti abbiano un magazzino o rimanenze importanti - per esempio alcuni tipi di edili.
    Questi clienti, per il 2017, stante la lettera della novità come la sappiamo finora, non pagheranno tasse di alcun tipo perché saranno in pesante perdita. Già in sede di acconti 2017, nulla cambiando nelle previsioni legislative, tutte queste imprese dalle rimanenze importanti potrebbero tranquillamente evitare di pagare alcunché, certe di non dover pagare imposte per l'anno fiscale 2017. Quando si verificherà un buco nelle finanze statali, cosa faranno? una bella manovrina da 100 miliardi?
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  4. #14
    Fr@ntic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    560

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    Ma.. che poi mi viene un dubbio. Noi abbiamo in studio alcuni clienti, commercianti al minuto, ma immagino che valga per tutti quanti abbiano un magazzino o rimanenze importanti - per esempio alcuni tipi di edili.
    Questi clienti, per il 2017, stante la lettera della novità come la sappiamo finora, non pagheranno tasse di alcun tipo perché saranno in pesante perdita. Già in sede di acconti 2017, nulla cambiando nelle previsioni legislative, tutte queste imprese dalle rimanenze importanti potrebbero tranquillamente evitare di pagare alcunché, certe di non dover pagare imposte per l'anno fiscale 2017. Quando si verificherà un buco nelle finanze statali, cosa faranno? una bella manovrina da 100 miliardi?
    Io penso che da questo punto di vista dovranno intervenire con dei correttivi; immagino anche solo l'effetto sugli studi di settore...

  5. #15
    Pincopallino è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    proprio lì
    Messaggi
    406

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fr@ntic Visualizza Messaggio
    Io penso che da questo punto di vista dovranno intervenire con dei correttivi; immagino anche solo l'effetto sugli studi di settore...
    Già dei correttivi belli grossi!!! Per come la vedo io la dovrebbero cancellare completamente e riscrivere come regime opzionale solo per le prestazioni di servizi. Come detto giustamente sopra a nulla rilevando il magazzino in futuro sarà molto semplice differire il reddito a periodi successivi, anche con la norma a regime.

    Premetto che non ho approfondito molto però tra le cose poco chiare lo è ancora meno la presunzione di incasso\pagamento coincidente con la data di registrazione della fattura.

    Chi ha vantaggio a determinare il reddito per competenza potrà sempre optare per la contabilità ordinaria, per cui mi chiedo il significato di tutto ciò.

    Ad ogni modo trovo oltremodo scorretto cambiare le regole a gioco ormai iniziato. Vedrete che a febbraio saremo ancora qui a brancolare nel buio.

  6. #16
    mariannapetti è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    36

    Predefinito

    le disposizioni non sono chiare per niente, quindi è già stato confermato che è obbligatorio il regime per cassa e non è opzionale ?

  7. #17
    mariannapetti è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    36

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da uscitedallagenzia Visualizza Messaggio
    Insomma è passato e non è opzionale? Ma possibile se ne parla così poco di una modifica di tale portata?
    anch'io sono totalmente scioccata, da come se ne parla sembra che questo passaggio sia obbligatorio, ma possibile ??? avete altre novità a riguardo ?

  8. #18
    Fr@ntic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    560

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mariannapetti Visualizza Messaggio
    le disposizioni non sono chiare per niente, quindi è già stato confermato che è obbligatorio il regime per cassa e non è opzionale ?
    Attualmente l’art. 5, Ddl della legge Finanziaria 2017, prevede la modifica dell’art. 66, TUIR, per effetto della quale, a decorrere dall’1.1.2017, le imprese in contabilità semplificata determinano il reddito in base al principio di cassa in luogo di quello per competenza (viene quindi modificata riscrivendola la norma) viene in alternativa concessa la possibilità di optare per la contabilità ordinaria.
    mariannapetti likes this.

  9. #19
    mariannapetti è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    36

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fr@ntic Visualizza Messaggio
    Attualmente l’art. 5, Ddl della legge Finanziaria 2017, prevede la modifica dell’art. 66, TUIR, per effetto della quale, a decorrere dall’1.1.2017, le imprese in contabilità semplificata determinano il reddito in base al principio di cassa in luogo di quello per competenza (viene quindi modificata riscrivendola la norma) viene in alternativa concessa la possibilità di optare per la contabilità ordinaria.
    quindi se si conferma la modifica dell'articolo, restando in contabilità semplificata, la determinazione del reddito avviene con il principio di cassa e l'unica opzione riguarda la possibilità di non tenere il registro degli incassi ed i pagamenti o le annotazione nei registri iva (opzione valida per 3 anni), facendo valere la presunzione che la data della registrazione coincide con la data del pagamento e un'altra opzione è quella della determinazione del debito iva per cassa giusto ?

  10. #20
    Fr@ntic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    560

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mariannapetti Visualizza Messaggio
    quindi se si conferma la modifica dell'articolo, restando in contabilità semplificata, la determinazione del reddito avviene con il principio di cassa e l'unica opzione riguarda la possibilità di non tenere il registro degli incassi ed i pagamenti o le annotazione nei registri iva (opzione valida per 3 anni), facendo valere la presunzione che la data della registrazione coincide con la data del pagamento e un'altra opzione è quella della determinazione del debito iva per cassa giusto ?
    Il discorso dell'iva per cassa è da chiarire, perchè a questo punto diventerebbe (se non previsto obbligatoriamente cosa che non credo) consigliabile, altrimenti ci sarebbe sbilanciamento tra l'esborso iva, che seguirebbe la fatturazione, e l'irpef, che seguirebbe l'incasso; problema che comunque permarrebbe per chi ha soprattutto clienti privati per i quali il regime dell'iva per cassa non è applicabile

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1 2 3 4 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Nuovo regime forfetario e cassa di previdenza
    Di asterix nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-03-15, 11:40 AM
  2. Deduzione per cassa per i costi inf. a 1000 euro in contabilità semplificata.
    Di marta78 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 03-02-12, 11:11 AM
  3. Conferim. ditta individuale in sas in contabilità semplificata (regime di neutralita)
    Di mirco c nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-01-11, 04:20 PM
  4. COntabilità: nuovo regime forfettario (anche per professionisti)
    Di martino954 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-10-08, 05:40 AM
  5. contabilità semplificata-imprese minori
    Di cinzia2642 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-10-07, 05:30 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15