Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 2 3 4 5 6 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 51
Like Tree5Likes

Discussione: Nuovo regime per cassa imprese in contabilità semplificata

  1. #31
    uscitedallagenzia è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    23

    Predefinito

    Il discorso del consistente acquisto di merce nel 2016 con vendite nei futuri anni era solo un esempio per far capire la problematica. Il problema si pone anche per quelle imprese che alla fine del 2016 hanno accumulato un discreto magazzino attraverso acquisti di merce negli anni precedenti. Esempio concreto un'impresa nel settore del commercio all'ingrosso che si trova a fine 2016 un magazzino ad esempio di € 50.000. Queste rimanenze saranno dedotte tutte nel 2017. Ponendo il caso che ad esempio nel 2017 l'impresa venda poco di quel magazzino (crisi?malattia?infortunio?) dal 2018 tutti i ricavi riferiti alla vendita di quella merce saranno tassati senza possibilità di dedurre i costi sospesi delle rimanenze. E' abbastanza concreto? (un conto è pagare le tasse sul margine ricavo-costo, un'altro pagare le tasse sul solo ricavo). E' vero si potrebbe passare in contabilità ordinaria ma con un evidente aggravio dei costi di tenuta della contabilità. Ripeto che questa riforma secondo me sarebbe stata ottima ma con la possibilità di opzione o al massimo con una riforma del sistema di riporto delle perdite che non mi sembra cosa complicatissima.
    Ultima modifica di uscitedallagenzia; 09-12-16 alle 01:06 PM
    tiziocaiosempronio likes this.

  2. #32
    Pincopallino è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    proprio lì
    Messaggi
    397

    Predefinito

    ci sono mille varianti da considerare prendiamo l'esempio di due imprese: una in ordinaria e l'altra in semplificata per cassa, la semplificata fattura all'ordinaria ma la fattura non viene pagata, non subito almeno, il risultato quale sarà: l'ordinaria si è detratta un costo mentre la semplificata non paga le tasse su quel ricavo. E i soldi da dove saltano fuori? Vedo tutto un po' sgangherato, troppe strade aperte, ognuno sceglierà ciò che gli è più congeniale a spese dell'erario

  3. #33
    Alessandra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    bergamo dal 2019
    Messaggi
    488

    Predefinito

    E poi voglio vedere l'incrocio fatture dei commercianti con lo spesometro ... caso pratico sono una impresa di commercio in contabilità semplificata emetto fattura n.1 a cliente di € 12200 al 30.09.2017 a 1)Srl a snc in ordinaria o 2) altra in semplificata..

    caso 1 a) srl e snc in ordinaria deduce costo 10000 e iva 2200,00 e mi paga nel 2017
    caso 1 a) io emittente ho ricavo e detraggo iva
    caso 1 b) srl e snc in ordinaria deduce costo 10000 e iva 2200,00 e mi paga nel 2018
    caso 1 b) io emittente NON ho ricavo e NON detraggo iva

    SPESOMETRO MIO QUADRA DA LATO CLIENTE E FORNITORE per caso a)
    Nel caso 1 b) io emittente non ho ricavi ne detraggo iva
    SPESOMETRO mio cliente dichiara fattura ricevuta IO NO ( cosa fanno accertamento presumendo nero???)

    caso 2) snc in semplificata deduce costo 10000 e iva 2200,00 e mi paga nel 2017
    caso 2) io emittente ho ricavo e detraggo iva
    caso 2b) snc in semplificata NON deduce costo 10000 e iva 2200,00 e mi paga nel 2018
    caso 2b ) io emittente ho ricavo e detraggo iva NEL 2018
    QUADRA SPESOMETRO
    Ma se pagamenti sono con riba a 30-60-90 gg e nel commercio ci sono.. Che caspita faccio? come detraggo iva e costo e ai fini spesometro io dichiaro intera fattura anche se incassata in parte nel 2017 e 2018..
    Che casino!!!!

  4. #34
    mariannapetti è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    36

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Fr@ntic Visualizza Messaggio
    Non è opzionale, l'unica opzione riguarda la possibilità di non tenere il registro degli incassi ed i pagamenti o le annotazione nei registri iva (opzione valida per 3 anni), facendo valere la presunzione che la data della registrazione coincide con la data del pagamento.
    Salve, in questi giorni sto seguendo i piccoli chiarimenti che che ci stanno dando, tra i 3 metodi che danno a disposizione per molti vorrei utilizzare il metodo 3,cioè quindi opzionale per i 3 anni, quindi registrazione di tutte le fatture con la presunzione che sono state pagate/incassate , questa scelta perché visto che non posso chiedere aumenti è la via più semplice . L'unico dubbio è il fatto della possibilità che poi il fisco andrà a controllare se realmente quelle fatture sono state pagate o incassate , secondo me non ci sarà nessun controllo perché a mio avviso è un agevolazione che danno per 3 anni per semplificare il passaggio e quindi ti danno la possibilità di comportarti come il regime di competenza . voi tutti che ne pensate ?

  5. #35
    Fr@ntic è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    560

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mariannapetti Visualizza Messaggio
    Salve, in questi giorni sto seguendo i piccoli chiarimenti che che ci stanno dando, tra i 3 metodi che danno a disposizione per molti vorrei utilizzare il metodo 3,cioè quindi opzionale per i 3 anni, quindi registrazione di tutte le fatture con la presunzione che sono state pagate/incassate , questa scelta perché visto che non posso chiedere aumenti è la via più semplice . L'unico dubbio è il fatto della possibilità che poi il fisco andrà a controllare se realmente quelle fatture sono state pagate o incassate , secondo me non ci sarà nessun controllo perché a mio avviso è un agevolazione che danno per 3 anni per semplificare il passaggio e quindi ti danno la possibilità di comportarti come il regime di competenza . voi tutti che ne pensate ?
    Assolutamente sì, si parla appunto di presunzione; come ho scritto precedentemente ormai è tutto aleatorio, in base alla scelta che uno compie ci saranno trattamenti diversi anche in situazione paragonabili.
    Concordo con te, il molti casi è la soluzione "salomonica", occorre però avere una conferma del cliente in quei casi dubbi, dove la scelta "senza opzione" sarebbe a lui favorevole ma alla quale ha rinunciato in previsione di maggiori costi di gestione (parlo di situazioni patologiche di credito)
    mariannapetti likes this.

  6. #36
    61842 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    658

    Predefinito

    Buongiorno.
    Colgo l'occasione della discussione per chiedere un consiglio.
    Sono un commerciante, titolare di una snc con due soci 50%, e sono in semplificata.
    non so cosa fare, se passare in ordinaria o continuare con la semplificata con regime per cassa...
    secondo i miei conti il 2017 si chiuderebbe con una perdita di quasi 15.000€...per poi tornare in utile nel 2018 non essendo più contate le rimanenze.
    così a occhio passerei all'ordinaria nonostante il costo maggiore per poter riportare la perdita di 7500€ in dichiarazione nell'anno successivo...
    Non sono in grado di scegliere...
    Mi date qualche dritta?
    poco sopra ho letto di una terza opzione "Salve, in questi giorni sto seguendo i piccoli chiarimenti che che ci stanno dando, tra i 3 metodi che danno a disposizione per molti vorrei utilizzare il metodo 3,cioè quindi opzionale per i 3 anni, quindi registrazione di tutte le fatture con la presunzione che sono state pagate/incassate , questa scelta perché visto che non posso chiedere aumenti è la via più semplice"
    mi spiegate quale sarebbe?

    se rimango in semplificata con conseguente perdita, negli anni successivi la situazione si "stabilizza" con un utile, quindi il vantaggio dell'ordinaria è solo per il riporto delle perdite 2017, giusto?

    segnalo che la commercialista ha detto che il mio ragionamento in generale è corretto ma che "il fisco può dire per il primo anno di applicazione della contabilità per cassa: rimanenze iniziali ridotte al 20%.

    perchè non ci sono i decreti attuativi. "
    non ci sono certezze...
    Ultima modifica di 61842; 07-02-17 alle 04:32 PM

  7. #37
    paolab è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    3,873

    Predefinito

    in merito alle semplificate per cassa Commercialista telematico ha pubblicato un ottimo intervento di Filippo Mangiapane: https://www.commercialistatelematico...ntabilita.html
    ***
    la sezione dedicata alle semplificate: https://www.commercialistatelematico...lita-per-cassa

  8. #38
    61842 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    658

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da paolab Visualizza Messaggio
    in merito alle semplificate per cassa Commercialista telematico ha pubblicato un ottimo intervento di Filippo Mangiapane: https://www.commercialistatelematico...ntabilita.html
    ***
    la sezione dedicata alle semplificate: https://www.commercialistatelematico...lita-per-cassa
    Grazie ma non sono un utente abbonato

  9. #39
    F&L
    F&L è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    98

    Predefinito regime opzionale

    Citazione Originariamente Scritto da Fr@ntic Visualizza Messaggio
    Assolutamente sì, si parla appunto di presunzione; come ho scritto precedentemente ormai è tutto aleatorio, in base alla scelta che uno compie ci saranno trattamenti diversi anche in situazione paragonabili.
    Concordo con te, il molti casi è la soluzione "salomonica", occorre però avere una conferma del cliente in quei casi dubbi, dove la scelta "senza opzione" sarebbe a lui favorevole ma alla quale ha rinunciato in previsione di maggiori costi di gestione (parlo di situazioni patologiche di credito)
    Buongiorno a tutti,
    dunque anche io sono estremamente perplessa!!
    innanzitutto sono d'accordo che non dovrebbe essere obbligatoria il passaggio ma in un certo qualmodo la scelta è possibile......... contabilità ordinaria o regime opzionale.
    Peccato che entrambe le alternative sono a mio avviso molto problematiche, cioè la prima è comunque impegnativa e costosa, non adatta a piccole attività; la seconda direi apparentemente buona , secondo me non cambia molto rispetto all'attuale contabilità semplificata, peccato però che il tema rimanenze sconvolge tutto!! In una modesta attività di commercio è normale avere rimanenze finali di 100.000,00/150.000,00 euro pur avendo un volume d'affari contenuto; ora nel 2017 chiude in perdita, apparentemente è positivo ma negli anni successivi quando vende il materiale del magazzino gli utili saranno molto alti; è come rilevare un utile di cui non si considerano i costi. detto in modo terra-terra: vendo 10.000,00 euro - costo sostenuto a suo tempo 8.000,00 sarebbe un utile di 2.000,00 invece sarà di 10.000,00. Giusto?????????
    Poniamo invece il caso più assurdo di chiusura attività nel 2018; quindi nel 2017 (se considerassi le rimanenze al 31/12/17 avrei un utile di 50.000,00)chiudo in perdita di 110.000,00 perchè ho dedotto le rimanenze poniamo di 160.000,00 ma nel 2018 quando cesso l'attività fatturo le rimanenze (che per facilità considero uguali)per 160.000,00, quindi avrò un utile di ben 160.000,00; morale: anzichè essere tassati su 100.000,00(ipotizzo per entrambi gli anni un utile di 50.000,00)sarò tassato su 160.000,00+50.000,00 (utile 2018) - 50.000,00 (utile 2017 su cui non ho pagato tasse) totale utile tassabile 160.000,00. Teniamo conto fra l'altro delle aliquote Irpef alquanto diverse su un reddito di 160mila rispetto a 2 tassazioni separate di 50mila.
    O non ho capito qualcosa o ........ non ho capito nulla.
    Forse l'unica alternativa è dare la possibilità di continuare a considerare le rimanenze cosi come hanno stabilito per gli ammortamenti e per le sopravvenienze.
    Altro dubbio: è vantaggioso poter essere tassati sulle fatture incassate e pagate sopratutto nei casi di fatture emesse non riscosse ma se non erro il rinvio è possibile solo di un anno , quindi al massimo l'anno successivo all'emissione della fattura la devo comunque considerare incassata e quindi pagare su un importo non riscosso! Mi sbaglio?

  10. #40
    Pincopallino è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    proprio lì
    Messaggi
    397

    Predefinito

    Ma non c'è ancora nessuna indicazione ufficiale su come gestire queste benedette contabilità? la stampa specializzata si sbizzarrisce su possibili scenari ispettivi e interpretazioni variopinte, ma nulla di operativo

Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 2 3 4 5 6 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Nuovo regime forfetario e cassa di previdenza
    Di asterix nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-03-15, 11:40 AM
  2. Deduzione per cassa per i costi inf. a 1000 euro in contabilità semplificata.
    Di marta78 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 03-02-12, 11:11 AM
  3. Conferim. ditta individuale in sas in contabilità semplificata (regime di neutralita)
    Di mirco c nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-01-11, 04:20 PM
  4. COntabilità: nuovo regime forfettario (anche per professionisti)
    Di martino954 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-10-08, 05:40 AM
  5. contabilità semplificata-imprese minori
    Di cinzia2642 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-10-07, 05:30 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15