Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Tenuta della contabilità ad un prestanome, quali rischi per il professionista?

  1. #1
    Combattente è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    3

    Predefinito Tenuta della contabilità ad un prestanome, quali rischi per il professionista?

    Nei giorni scorsi è venuto in ufficio un signore che vorrebbe aprire un'attività tramite prestanome poiché su di lui ricadono vicende giudiziarie che non gli consentono di intestarsi l'attività.
    L'attività commerciale che vorrebbe portare avanti sarebbe perfettamente lecita, anche se spesso è tipicamente usata anche per scopi non del tutto leciti.
    Ora mi chiedo: quali sono i rischi per il consulente?

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,096

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Combattente Visualizza Messaggio
    Nei giorni scorsi è venuto in ufficio un signore che vorrebbe aprire un'attività tramite prestanome poiché su di lui ricadono vicende giudiziarie che non gli consentono di intestarsi l'attività.
    L'attività commerciale che vorrebbe portare avanti sarebbe perfettamente lecita, anche se spesso è tipicamente usata anche per scopi non del tutto leciti.
    Ora mi chiedo: quali sono i rischi per il consulente?
    Il fatto stesso che come dici l'attività anche se perfettamente lecita spesso è tipicamente usata per scopi non leciti, rende lo scenario possibile piuttosto cupo. Stabilire cosa rischia il consulente senza una conoscenza dettagliata del caso renderebbe quasi sicuramente la risposta superficiale. Uno dei rischi maggiori è sicuramente quello del riciclaggio del denaro. Qui, ci sono delle responsabilità dirette del consulente. Altri rischi potrebbero essere collegati ad ipotesi di falsa fatturazione per importi consistenti. E le lettere di manleva in questo caso non servono a nulla, se si vuole evitare la contestazione di un possibile concorso con il cliente nella commissione dei reati.

    Tutti i soldi del mondo non valgono un solo giorno passato in una sezione 3 x 4 metri del più vicina casa circondariale. Io ci ho insegnato per un anno in una casa circondariale e ti dico che non è per niente un bel posto.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    Combattente è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Diciamo che sarebbe un’attivita dove è facile fare del nero (un locale notturno dove gli scontrini non sempre sono emessi), ma la cosa non dovrebbe preoccupare me quanto invece l’imprenditore.
    Inoltre non credo verranno effettuate fatture di vendita, anzi lo ritengo altamente improbabile, si limiteranno a fare scontrini.
    La mia maggiore preoccupazione è nella figura del prestanome: se da un lato, in condizioni normali si presentasse in ufficio una persona che vuole aprire un’attività legittima e con tutte le carte in regola, ma poi si scoprisse che questa viene gestita da altre persone e a mia insaputa, in questo caso non ritengo di avere alcuna responsabilità..., ma se io sapessi che la gestione effettiva è fatta da altri, dovrei comunicare qualcosa?

  4. #4
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,096

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Combattente Visualizza Messaggio
    Diciamo che sarebbe un’attivita dove è facile fare del nero (un locale notturno dove gli scontrini non sempre sono emessi), ma la cosa non dovrebbe preoccupare me quanto invece l’imprenditore.
    Inoltre non credo verranno effettuate fatture di vendita, anzi lo ritengo altamente improbabile, si limiteranno a fare scontrini.
    La mia maggiore preoccupazione è nella figura del prestanome: se da un lato, in condizioni normali si presentasse in ufficio una persona che vuole aprire un’attività legittima e con tutte le carte in regola, ma poi si scoprisse che questa viene gestita da altre persone e a mia insaputa, in questo caso non ritengo di avere alcuna responsabilità..., ma se io sapessi che la gestione effettiva è fatta da altri, dovrei comunicare qualcosa?
    Noi abbiamo obblighi di adeguata verifica della clientela e di individuazione del titolare effettivo, secondo la normativa antiriciclaggio. E qui che sorgeranno i problemi, volendo fornire un'informazione trasparente sulla titolarità, visto che il titolare effettivo è una persona che non può figurare.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  5. #5
    Combattente è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Esatto, è questo il dubbio che avevo...

Discussioni Simili

  1. Centrale Rischi della Banca d'Italia
    Di nadia nel forum Le utilità del Commercialista telematico
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-01-17, 07:31 AM
  2. Tenuta Contabilità
    Di Michele Piccolo nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-03-15, 06:42 PM
  3. Deduzione tenuta contabilità
    Di vsilvestro nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-06-11, 09:51 AM
  4. Tabacchino e obbligo di tenuta della contabilità ordinaria
    Di Vittorio70 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 11-12-09, 07:49 AM
  5. Fattura tenuta contabilità ditta contabilità separata
    Di Robi nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-03-08, 10:14 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15