Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Quesito ravvedimento..?

  1. #1
    Laghee è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    33

    Question Quesito ravvedimento..?

    In quale caso si può perfezionare un ravvedimento operoso con il solo pagamento di sanzioni e di interessi... e quindi senza alcun pagamento di imposta..?

  2. #2
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    Uhm..un ravvedimento solo con sanzioni, senza pagamento di imposta? Mi viene in mente solo il ravvedimento per tardivo invio delle dichiarazioni....

    Si paga la sanzione...ma se le imposte sono state regolarmente pagate alla scadenza, non c'è versamento di imposta.
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  3. #3
    Laghee è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    33

    Question

    ecco bene.. quello è un caso al quale non avevo ancora pensato...
    e in questo caso cosa ne pensi? omesso versamento IVA mensile maggio - dichiarazione annuale chiude a credito e io 16/03 faccio il ravvedimento pagando solo le sanzioni e gli interessi sul mancato versamento di maggio... l'imposta non risulta più dovuta... è corretto..???

  4. #4
    Robbie58 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    445

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Laghee Visualizza Messaggio
    ecco bene.. quello è un caso al quale non avevo ancora pensato...
    e in questo caso cosa ne pensi? omesso versamento IVA mensile maggio - dichiarazione annuale chiude a credito e io 16/03 faccio il ravvedimento pagando solo le sanzioni e gli interessi sul mancato versamento di maggio... l'imposta non risulta più dovuta... è corretto..???
    No. Adesso non ho tempo di cercarlo, ma proprio recentemente c'è stato un post a riguardo e lo scrivente, che ha fatto quanto da te riportato, è ancora lì che piange ...
    Bisogna ravvedere anche gli importi del versamento di maggio e contestualmente utilizzare il credito di imposta maggiorato di fine anno ed effettuare la compensazione. E' un po macchinoso ma funziona.

  5. #5
    Robbie58 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    445

    Predefinito

    Laghee, ma sei tu, sei lo stesso. Fortuna che non c'è l' Admin, se no sai come si inalbera per la duplicazione del post !!! Comunque, avevo letto il tuo post precedente e ti do tutta la mia solidarietà, ma non credo che valga molto.
    Mi sa che non rimane che la Commissione Tributaria.

    Ciao.

  6. #6
    Laghee è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    33

    Predefinito

    No dai.. non è lo stesso post... è un quesito diverso.... Volevo vedere se guardando il problema da un'altra visuale magari usciva qualcosa. Ho letto la tua risposta ma non riesco a capire.. Vuoi dire che dovevo pagare anche l'imposta della liquidazione di maggio, presentando un F24 che compensava tale importo con il credito IVA annuale...? (maggiore rispetto a quanto riportato in dichiarazione per il conteggio anche dell'importo dell'Iva di maggio).

  7. #7
    Robbie58 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    445

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Laghee Visualizza Messaggio
    No dai.. non è lo stesso post... è un quesito diverso.... Volevo vedere se guardando il problema da un'altra visuale magari usciva qualcosa. Ho letto la tua risposta ma non riesco a capire.. Vuoi dire che dovevo pagare anche l'imposta della liquidazione di maggio, presentando un F24 che compensava tale importo con il credito IVA annuale...? (maggiore rispetto a quanto riportato in dichiarazione per il conteggio anche dell'importo dell'Iva di maggio).
    Sì, in quel modo, anche se appare rocambolesco, funziona. Mi è capitato una sola volta ma non ho avuto contestazioni. Il problema deriva dal fatto che il sistema di controllo, leggendo nel quadro VH che in quel mese di maggio c'era dell' IVA a debito, va a cercare nella lista degli F24 il codice relativo e la cifra in questione. Adesso gli interessi per il ravvedimento si segnalano con un codice a parte, per il periodo che tu avevi prospettato mi pare si conglobassero con il versamento, e la cosa era anche un poco più complicata. Comunque io l' avevo fatto per l' appunto in uno di quegli anni.
    In pratica inserendo in dichiarazione la cifra ravveduta per il periodo maggio ( anche se la cosa avveniva poi in sede di conguaglio annuale ) il credito di IVA annuale risultava maggiorato nella dichiarazione stessa del medesimo importo. A quel punto si poteva prendere la parte necessaria del credito di IVA annuale e compensarla con il versamento di ravvedimento del mese di maggio. Il tutto magari contestualmente alla data di scadenza del saldo. Lo so che il risultato materialmente alla fine non cambia e che il tutto sfugge ad una logica consequenziale, ma in quel modo il "sistema" pare digerire la cosa. La ragione della cosa sta probabilmente nel fatto che il ravvedimento operoso si perfeziona con il pagamento dell' imposta non versata, della sanzione ridotta e degli interessi. In pratica non ti avevano riconosciuto il ravvedimento perchè non risultava il versamento dell' imposta dovuta, inviandoti peraltro l' avviso bonario con le sole sanzioni del 10% perchè, almeno apparentemente, qualcosa ti avevano riconosciuto. Lo ammetto, la vicenda ha un che di kafkiano.
    Ultima modifica di Robbie58; 26-08-09 alle 04:15 AM

  8. #8
    Laghee è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    33

    Predefinito

    Più o meno è una risposta che ha dato il call center dell'Ade, solo che così facendo praticamente utilizzo un credito IVA che a mio avviso ancora non c'è. Per cui con la nuova normativa peggioro tutto. Il credito da utilizzare in compensazione c'è solo ed è utilizzabile nel momento in cui eseguo il versamento di quanto dovuto.
    Purtroppo però non trovo davvero nulla che dica che il mio comportamento sia sbagliato. O meglio nessun caso specifico o circolare ministeriale o altro. Tutto quanto si riferisce al ravvedimento operoso dice "deve versare sanzione, interessi e imposta se dovuta" Nessuna specifica o esempio viene mai fatto in merito alla frase "imposta se dovuta"
    In virtù di ciò secondo il mio punto di vista nulla vieta comprendere in questa casistica quanto capitatomi. Nel momento che ho ravveduto non vi era più alcun debito di imposta da versare. Diverso sarebbe stato il caso in cui il ravvedimento fosse stato eseguito prima della chiusura annuale. In quel caso il mio ravvedimento non era da ritenersi valido in quanto vi era sicuramente anche imposta da versare.
    Se qualcuno sostiene il contrario lo sostiene solo basandosi come me solo sulla sua interpretazione. Mai possibile che nessuno abbia avuto lo stesso caso e sia riuscito a risolvere indolore...?!?!? Purtroppo (sarà anche perchè siamo ad agosto... ) ma purtroppo ci sono pochissimi interlocutori. Importante per me tenere viva la questione sperando che qualcuno.......

  9. #9
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Laghee Visualizza Messaggio
    No dai.. non è lo stesso post... è un quesito diverso.... Volevo vedere se guardando il problema da un'altra visuale magari usciva qualcosa.
    .... e dunque non occorreva un nuovo post, ma solo postarlo in calce al post precedente, no ?
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  10. #10
    emilio_j è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    14

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Laghee Visualizza Messaggio
    ecco bene.. quello è un caso al quale non avevo ancora pensato...
    e in questo caso cosa ne pensi? omesso versamento IVA mensile maggio - dichiarazione annuale chiude a credito e io 16/03 faccio il ravvedimento pagando solo le sanzioni e gli interessi sul mancato versamento di maggio... l'imposta non risulta più dovuta... è corretto..???
    nei casi in cui si è verificato lo stesso problema ho risolto nel modo seguente:
    con il credito IVA da dichiarazione annuale ho proceduto ad effettuare il ravvedimento operoso calcolando, unitamente alla sorta capitale, gli interessi e le sanzioni. Naturalemente se il credito da dichiarazione non è sufficiente la differenza dovrà essere versata €€€€.

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ravvedimento su 1^ rata 8 luglio 2013 - Ravvedimento
    Di nick87 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-07-13, 09:22 AM
  2. Quesito
    Di maxva70 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 15-10-08, 07:55 PM
  3. Quesito Su Ddt
    Di paghevale nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-10-08, 01:46 PM
  4. Quesito iva
    Di fabrizio nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 22-09-08, 02:40 PM
  5. quesito
    Di Tetsuo nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-02-08, 07:40 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15