Saluti a tutti.
Oggi ad un cliente del nostro studio titolare di una ditta individuale esercente attività di bar, è arrivato un invito di comparizione da parte dell'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale di Rieti (Ufficio Controllo), con la richiesta di presentazione presso i loro uffici, entro 15gg. dal ricevimento dell'invito stesso, dei registri obbligatori ed ogni altra documentazione giustificativa dei costi sostenuti per l'anno 2006.
E qui la stranezza. Il nostro cliente è residente in Umbria (nella provincia di Perugia) da quasi 20 anni e la suddetta attività da bar l'ha sempre esercitata in provincia di Perugia. Rieti è soltanto la sua città di nascita.
Com'è possibile che l'invito di comparizione sia partito dalla direzione di Rieti e non dall'Agenzia delle Entrate di Perugia, territorialmente competente per il comune dove è esercitata l'attività e dove vi è la residenza del titolare?
L'avviso può essere considerato nullo? Va fatta opposizione? Oppure tale avviso è regolare?
Inoltre nell'invito non vi è neanche menzionato il motivo della richiesta dei suddetti documenti.
Qualcuno sa dirmi qualcosa?