Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: nuovo ricorso

  1. #1
    LOLLOKIKKO è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    147

    Predefinito nuovo ricorso

    scusate, nel ricorso inviato in ag. entrate non ho inserito tra gli allegati la copia raccomandata inviata con il numero
    E' un problema ?
    A questo punto inserisco la copia raccomandata come altro allegato nel ricorso da notificare in commissione, o la allego senza modificare gli allegati?
    grazie

  2. #2
    paolab è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    3,729

    Predefinito

    Allega alla commissione tributaria

  3. #3
    LOLLOKIKKO è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    147

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da paolab Visualizza Messaggio
    Allega alla commissione tributaria
    ma riportatandolo nel ricorso in aggiunta agli altri allegati?
    o allegando e stop, senza comunque modificare il ricorso che va depositato in copia all'originale (o orginale).

    [B]Il sito A.e. riporta
    [B][I]Entro 30 giorni dalla data in cui ha provveduto alla notifica del ricorso, il contribuente deve costituirsi in giudizio, cioè deve depositare o trasmettere alla Commissione tributaria copia del ricorso, con fotocopia della ricevuta di deposito o della spedizione per raccomandata a mezzo del servizio postale.

    All’atto di costituzione in giudizio va allegata la nota di iscrizione a ruolo del ricorso tributario nel registro generale dei ricorsi, nella quale devono essere indicate tutte le informazioni utili a identificare la controversia modelli

    Il nuovo obbligo di depositare anche la nota di iscrizione a ruolo è stato introdotto dalla manovra di Ferragosto (articolo 2, comma 35-quater, lettera c del dl 138/2011)

    Il ricorso non esenta dal versamento, anche se provvisorio e in alcuni casi parziale, delle somme richieste con l’atto impugnato (ad esempio, per le imposte dirette e per l’Iva è prevista l’iscrizione a ruolo di un terzo delle somme). Se il ricorso viene accolto, il tributo corrisposto in eccedenza rispetto a quanto stabilito dalla sentenza della Commissione deve essere rimborsato d’ufficio, con i relativi interessi, entro 90 giorni dalla notificazione della sentenza.

    sulla nota di iscrizione invece cosa sapreste dirmi?

  4. #4
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,976

    Predefinito

    Allegando e stop, senza modificare il ricorso che va depositato in copia all'originale
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  5. #5
    LOLLOKIKKO è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    147

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Allegando e stop, senza modificare il ricorso che va depositato in copia all'originale
    Gli ex-minimi tornano al regime normale Iva
    Gesuato Elisabetta
    Gli ex-minimi costretti a fuoriuscire dal regime in vigore fino al 31.12.2011 ed esclusi dal nuovo regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità, entrano naturalmente dal 2012 nel nuovo regime agevolato (previsto dall’art. 27 comma 3 del D.l. 98/2011), che conserva però solo alcune delle agevolazioni previste dalla disciplina originaria dei minimi. Resta ferma la possibilità per tali soggetti di optare per il regime ordinario, tenendo conto del vincolo triennale.
    Il regime semplificato è stato oggetto del provvedimento del Direttore delle Entrate n. 185825 del 22.12.2011, che ne ha delineato i tratti principali. Tra i molti aspetti quello sicuramente più importante è che gli ex minimi, sia che utilizzino il nuovo regime semplificato, sia che decidano di optare per il regime ordinario, dovranno addebitare l'Iva in fattura, adempimento prima non necessario visto che provenivano da un regime di esclusione dell’Iva. Si ricorda comunque che il regime semplificato potrà essere utilizzato anche da coloro che provengono dal regime delle nuove iniziative produttive o da quello ordinario, in quest’ultimo caso però si dovrà tener conto del vincolo triennale.

    Condizioni
    Possono accedere al nuovo regime semplificato, previsto dall’art. 27 comma 3 del D.l. 98/2011, le persone fisiche che continuano a possedere i requisiti previsti dal vecchio regime dei minimi, ossia:

    nell’anno solare precedente:
    hanno conseguito ricavi ovvero hanno percepito compensi (ragguagliati ad anno) non superiori a € 30.000 (nell’ipotesi in cui siano esercitate contemporaneamente più attività, il limite va riferito alla somma dei ricavi e dei compensi relativi alle singole attività);
    non hanno effettuato cessioni all’esportazione;
    non hanno erogato somme sotto forma di utili di partecipazioni agli associati con apporto costituito da solo lavoro;
    non hanno sostenuto spese per lavoratori dipendenti, collaboratori co.co.co. o collaboratori a progetto;

    nel triennio solare precedente, non hanno effettuato acquisti di beni strumentali, anche mediante contratti di appalto o di locazione, pure finanziaria, per un ammontare complessivo superiore a € 15.000.
    Inoltre, che non rientrano tra le seguenti cause di esclusione:

    non sono residenti;
    partecipano a società di persone, associazioni professionali o S.r.l. trasparenti;
    si avvalgono di regimi speciali Iva;
    effettuano, in via esclusiva o prevalente, cessioni di fabbricati o loro porzioni, di terreni edificabili e di mezzi di trasporto nuovi.

    Sono invece esclusi dal regime semplificato, secondo il Provvedimento n. 185825 dell’Agenzia delle Entrate del 22.12.2011, i contribuenti che applicano le seguenti disposizioni:

    gli agricoltori in regime speciale, i tabaccai, i giornalai, le agenzie di viaggio ecc … di cui agli artt. 34, 34-bis, 74 commi 1, 2, 6 e 74-ter del d.p.r. 633/72 (tranne i produttori agricoli che esercitano l’attività nei limiti dell’art. 32 del T.u.i.r.);
    soggetti che esercitano attività di agriturismo, di cui all’art. 5 comma 2 L. 413/91;
    gli incaricati alle vendite a domicilio di cui all’art. 25-bis comma 6 1° periodo del D.p.r. 600/73;
    i rivenditori di beni usati, oggetti d’arte, antiquariato o da collezione e gli esercenti agenzie di vendita all’asta di cui agli artt. 36 e 40-bis del D.l. 41/95.

    Adempimenti semplificati
    Il regime semplificato conserva solo alcune delle agevolazioni previste dalla disciplina dei minimi.
    Riepilogando, infatti è previsto l’esonero:

    dalla registrazione e tenuta delle scritture contabili;
    dalle liquidazioni e dai versamenti periodici Iva;
    dall’Irap;

    mentre risultano ancora d’obbligo:

    la conservazione dei documenti ricevuti/emessi;
    la fatturazione e la certificazione dei corrispettivi;
    la comunicazione dati Iva se il volume d’affari è uguale o superiore a 25.822,84 €;
    la presentazione della dichiarazione Irpef ed Iva;
    il versamento annuale dell’Iva;
    il versamento dell’acconto e del saldo Irpef/addizionali regionale e comunale;
    gli adempimenti dei sostituti d’imposta;
    lo spesometro;
    la comunicazione delle operazioni Black-list;
    gli studi di settore/parametri.

    Criterio di cassa e di competenza
    L’adozione del regime semplificato comporta la determinazione del reddito in modo ordinario, ossia in applicazione del principio di:

    cassa, per i lavoratori autonomi (art. 54 t.u.i.r.);
    competenza, per le imprese (art. 66 t.u.i.r.).
    Ricordiamo che il reddito dei vecchi contribuenti minimi, invece, veniva determinato in base al principio di cassa; per cui l’imputazione delle spese, dei ricavi e dei compensi al periodo d’imposta oggetto di dichiarazione avveniva in base al momento dell’effettivo sostenimento della spesa o dell’effettiva percezione del ricavo o compenso.


    grazie, la nota sarebbe?

  6. #6
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,976

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LOLLOKIKKO Visualizza Messaggio
    grazie, la nota sarebbe?
    La nota di deposito è il documento che si presenta in sede di costituzione in giudizio alla segreteria della CTP adita.
    Il fac simile lo trovi su internet.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  7. #7
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    854

    Predefinito

    applicandoci il contributo unificato

  8. #8
    LOLLOKIKKO è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    147

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da valeria.nicoletti@libero.it Visualizza Messaggio
    applicandoci il contributo unificato
    ottimo grazie
    ultima domandina....
    chi firma la nota, ricorrente, difensore o chi di persona deposita ricorso in ctp?

  9. #9
    LOLLOKIKKO è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    147

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LOLLOKIKKO Visualizza Messaggio
    ottimo grazie
    ultima domandina....
    chi firma la nota, ricorrente, difensore o chi di persona deposita ricorso in ctp?
    e ultimissima, il ricorso in ctp si deposita con gli allegati spillati come se fosse un autotutela? grazie buon anno a tutti

  10. #10
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,976

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LOLLOKIKKO Visualizza Messaggio
    ottimo grazie
    ultima domandina....
    chi firma la nota, ricorrente, difensore o chi di persona deposita ricorso in ctp?
    L'ho sempre firmata io, come difensore.

    Citazione Originariamente Scritto da LOLLOKIKKO Visualizza Messaggio
    e ultimissima, il ricorso in ctp si deposita con gli allegati spillati come se fosse un autotutela? grazie buon anno a tutti
    Sì, certo; in tre o quattro copie, dipende dalla CTP.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. ricorso snc
    Di michaela.er nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-04-13, 06:26 PM
  2. nuovo format fattura nuovo regime dei minimi
    Di andromeda78 nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 22-09-12, 01:23 PM
  3. ricorso ADE
    Di Isabel77 nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-04-12, 03:37 PM
  4. ricorso CTP
    Di giusy nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 18-03-10, 02:40 PM
  5. ricorso o no?
    Di ale.c nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-09-08, 10:44 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15