Ho il seguente contenzioso con l'AE.
Una incaricata alle vendite porta a porta ha fatturato nel 2010 € 7.000,00 di provvigioni.
Secodo il mio ragionamento basato anche sulla Risoluzione n.18 del 27/01/2006 dell'AE, l'importo da assoggettare ad iva è la parte eccedente la soglia dei 5.000 euro di reddito corrispondenti a 6.410 euro di fatturato (per via della deduzione forfettaria delle spese pari al 22%) e pertanto € 590.
Loro insistono nel dire che il conteggio da fare è 7.000,00 - 5.000,00= 2.000,00, in quanto la soglia per l'assoggettamento è si pari a € 6410 di fatturato e 5000 di reddito, ma una volta superata tale soglia l'iva va calcolata sul fatturato al netto dei 5.000,00.
La risoluzione è abbastanza chiara, ma comunque volvevo sapere se qualcuno ha avuto il mio stesso problema, o comunque una vostra opinione in merito.
Grazie