A seguito del decesso di mio padre devo presentare la richiesta di variazione del ruolo TARI.
Lui era comproprietario di un appartamento (70 mq) e di una piccola cantina ovvero stanza adibita a ripostiglio (12 mq), quest'ultima situata nel seminterrato dello stesso stabile dell'appartamento e accatastata a parte.
Da una verifica tra le carte in mio possesso e confrontandomi con l'Ufficio tributi comunale, ho scoperto che la cantina non è mai stata iscritta al ruolo TARI.
Come devo regolarmi con l'Ufficio tributi? Cosa devo aspettarmi? Come faccio a sapere se la cantina ha i requisiti affinché vi sia l'obbligo di versare la TARI? E soprattutto: quanto rischio di andare a pagare per gli ultimi cinque anni di arretrati?
Nella peggiore delle ipotesi mi chiedo come sarebbe calcolata la tariffa non pagata. Ovvero: sommano tra loro le superfici imponibili dei due immobili, calcolano la TARI totale, defalcano la tariffa già versata e sulla differenza applicano gli interessi e le sanzioni? Oppure calcolano la tariffa direttamente sulla superficie imponibile della sola cantina, caricandola di interessi e sanzioni??? La prima ipotesi sarebbe sopportabile; la seconda sarebbe una tegolata in testa...
Qualcuno mi può spiegare per favore??? Grazie!