Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Termine in cui si forma il silenzio rifiuto

  1. #1
    gbosotto è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    4

    Predefinito Termine in cui si forma il silenzio rifiuto

    Buonasera a tutti. Specifico meglio la domanda.
    Caso: il solo agente della riscossione crea in fase esecutiva una coobbligazione tributaria tra eredi per un debito si derivante indirettamente da un bene caduto in successione ma estraneo al de cuius (si tratta di un avviso di liquidazione dell'imposta per la decadenza, da parte di solo una delle due sorelle, dal beneficio prima casa dell'immobile ereditato). L'agenzia, correttamente, ha notificato l'avviso a solamente una delle due sorelle, nei confronti della sol quale l'atto è stato emesso, e dalle certificazioni dell'anagrafe tributaria non risultano in capo alla parte che assisto (l'altra sorella) debiti per quel periodo d'imposta.
    La scoperta del debito caricato sulla mia patrocinata è avvenuta con l'estratto di ruolo.
    Cosa è stato fatto: essendo l'importo esiguo si era ritenuto di non presentare immediatamente ricorso. Non si è neanche potuto optare per l'istanza di sospensione della riscossione poiché innanzitutto l'errore è unico dell'agente della riscossione e successivo alla formazione dei ruoli, in secondo luogo perché da ottobre non è più prevista l'ipotesi "qualsiasi altra causa di inesigibilità del credito".
    È stata presentata una sorta di istanza di annullamento della cartella in autotutela direttamente all'agente della riscossione, motivata sulla base delle ragioni di diritto che rendono la cartella illegittima (procedura atipica poiché Equitalia non ha direttive, che mi risulti, che consentano l'autotutela su errori propri).
    Domanda: non essendo quindi questo il caso dell'istanza di sospensione della riscossione, e non valendo pertanto il termine dei 220 giorni, chiedo quale sia secondo voi il termine entro il quale l'agente della riscossione è tenuto a rispondere, termine decorso il quale si forma il silenzio rifiuto. Ciò al fine dell'eventuale presentazione a questo punto di un ricorso

  2. #2
    MrDike è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    664

    Predefinito

    Perchè non impugnare direttamente l'estratto di ruolo?

  3. #3
    gbosotto è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Potrebbe essere un'alternativa.
    Quello che non mi convince di percorre quella strada è che, essendo stata chiesta e concessa la reteizzazione (concordo sul fatto che non costituisca un riconoscimento di debito, acquiescenza o quant'altro ma è tuttavia segno del momento effettivo in cui la mia ha avuto conoscenza del debito caricato) venga eccepita la decadenza.
    Impugnando il silenzio rifiuto, o un atto di rifiuto, sono invece abbastanza sicuro che il discorso fatto sopra non possa essermi e eccepito...
    Che ne pensi?

  4. #4
    MrDike è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    664

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gbosotto Visualizza Messaggio
    Potrebbe essere un'alternativa.
    Quello che non mi convince di percorre quella strada è che, essendo stata chiesta e concessa la reteizzazione (concordo sul fatto che non costituisca un riconoscimento di debito, acquiescenza o quant'altro ma è tuttavia segno del momento effettivo in cui la mia ha avuto conoscenza del debito caricato) venga eccepita la decadenza.
    Impugnando il silenzio rifiuto, o un atto di rifiuto, sono invece abbastanza sicuro che il discorso fatto sopra non possa essermi e eccepito...
    Che ne pensi?
    Personalmente, sarei sempre propenso a percorrere la strada dell'impugnazione dell'estratto, anche alla luce della coobbligazione non sussistente al momento dell'emissione dell'avviso di liquidazione (cfr., in tal senso, Risoluzione Agenzia delle Entrate del 15 marzo 2011 n. 33/E).

  5. #5
    gbosotto è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Mi potresti cortesemente confermare data e numero della circolare?
    Perché la 33 del 2011 riguarda tutt'altra cosa...

  6. #6
    MrDike è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    664

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gbosotto Visualizza Messaggio
    Mi potresti cortesemente confermare data e numero della circolare?
    Perché la 33 del 2011 riguarda tutt'altra cosa...
    Risoluzione Agenzia delle Entrate del 15 marzo 2011 n. 33/E

  7. #7
    gbosotto è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Perdonami stavo cercando tre la circolari.
    In effetti è una di quelle che ho citato, insieme ad un'altra del 2006, nell'istanza formulata ad Equitalia

Discussioni Simili

  1. prescrizione-decadenza opposizione silenzio rifiuto rimborso irpef
    Di provapegaso@libero.it nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 14-09-16, 07:35 AM
  2. Presentazione ricorso tributario Rimborso Irpef per silenzio rifiuto
    Di anakin82 nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-10-12, 09:28 PM
  3. termine per la trascrizione della delibera CDA in forma di consultazione scritta
    Di stsimar nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-03-09, 01:23 PM
  4. Ricorso Irap silenzio-rifiuto Ade
    Di Pachiderma nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-11-08, 08:33 AM
  5. Silenzio - assenso
    Di Esattore nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-10-08, 08:05 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15