A seguito di un versamento (sportello automatico) nel mese di luglio 2018 di un assegno di euro 11.540,00 senza l'indicazione NON TRASFERIBILE (per vendita camper) con raccomandata ritirata il 03-01-2019 ho ricevuto contestazione di violazione dell'art. 49,comma 5, del d.l.21 novembre 2007, n. 231 con invito a definire il procedimento amministrativo con versamento di euro 6.000,00 + euro 5,00 per versamento, entro 60 giorni.


Si puo' beneficiare della Legge 17 dicembre 2018 n. 136
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria.
(G.U. 18 dicembre 2018, n. 293)

che riporta all'art.

Nel capo I del titolo I, dopo l'articolo 9 è aggiunto il seguente:
«Art. 9-bis (Disposizioni in materia di sanzioni per assegni senza clausola di non trasferibilità ). - 1. All'articolo 63 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, dopo il comma 1 è inserito il seguente:
“1-bis. Fermo quanto previsto dal comma 1, per le violazioni di cui all'articolo 49, comma 5, relative a importi inferiori a 30.000 euro, l'entità della sanzione minima è pari al 10 per cento dell'importo trasferito in violazione della predetta disposizione. La disposizione di cui al presente comma si applica qualora ricorrano le circostanze di minore gravità della violazione, accertate ai sensi dell'articolo 67”.
2. La disposizione di cui al comma 1 si applica anche ai procedimenti amministrativi in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto».

Grazie mille per una gentile risposta