Ciao a tutti,

è dal 2017 che l'inps continua ad inviare ad un socio delle richieste di pagamento per contributi I.V.S. che noi regolarmente contestiamo senza ricevere però risposta; la settimana scorsa ci è arrivato un preavviso di fermo per un veicolo intestato al socio.

Vi spiego:

nel 2017, abbiamo aperto una SRL, una startup innovativa con principale oggetto sociale la ricerca e lo sviluppo e che opera nel settore industriale; questa SRL ha un solo socio che però non lavora attivamente nell'azienda dato che ha una partita iva e lavora di un altro settore a tempo pieno. Questo socio è stato amminsitratore per 4 mesi nel 2017 e poi sono subentrato io come amministratore e non come socio (lui è ancora socio al 100%).

L'inps ha effettuato l'iscrizione del socio alla sezione commercianti e ha richiesto il pagamento dei contributi ogni anno.
Il mio commercialista sostiene che non dobbiamo pagare nulla perchè lui non è un socio lavoratore, non prende parte alla vita aziendale e soprattutto noi non dobbiamo essere iscritti alla sezione commercianti perchè non lo siamo.

Da visura, noi siamo iscritti alla sezione ordinaria.

Dopo svariati tentativi, ho sentito l'inps, sezione anagrafica flussi, e mi hanno detto che per sbloccare la situazione il socio deve farsi firmare una attestazione da parte del suo datore di lavoro con gli orari di lavoro che svolge per dichiarare che lui effettivamente non prende parte alla vita societaria.

E' corretto?

Ma scusate, una società di capitali non può avere dei soci che non prendono parte ai lavori dell'azienda perchè hanno altre attività?

Come mi devo comportare?

Grazie!