Buongiorno a tutti ... semplice associazione no profit organizzatrice di corsi culturali, sportivi, ricreativi ... si avvale di numerosi collaboratori/insegnanti esterni ... tanti in collaborazione occasionale ... alcuni invece praticamente stabili ... se ne valuta dunque l'assunzione ... non mi pare vi siano limitazioni a riguardo ... l'associazione ha valutato che conviene pi¨ l'assunzione sia in termini di professionalitÓ che di economicitÓ di gestione ... si valuta dunque l'assunzione di 2/3 collabroatori tra i pi¨ assidui ... l'associazione ha regime agevolato 398 ... io ritengo che se lo statuto lo consente non vi siano limitazioni a riguardo ... idem si valuterebbe per i soci fondatori anch'essi collaboratori/insegnanti: gli stessi sino ad oggi collaboratori occasionali o con p.iva propria ... salvo rispettare ovviamente i contratti collettivi previsti non vedo la possibilitÓ di contestazioni fini di lucro da parte degli stessi o altro ... si remunera semplicemente l'impegno prestato ... anche eventuali appunti da chi potrebbe sostenere che sono dipendenti di se stessi (in quanto soci fondatori e facenti parte del direttivo)... ovviamente non vi Ŕ distribuzione assolutamente di utili o quant'altro ... in alternativa eventuali altre possibilitÓ di "inquadramento" delle mansioni da tutti svolte? ... ringrazio tutti!